Interrogazione in Regione sul canile di Osteria

Pubblicato da Alessandro Ronchi il

Premesso che:

* la stampa della provincia di Ravenna riporta da giorni le segnalazioni di privati cittadini e di associazioni animaliste relativamente a 250 cani detenuti da un allevamento privato di Osteria in Comune di Ravenna denutriti e in condizioni igieniche precarie;

* tale allevamento sarebbe stato oggetto negli anni di diverse segnalazioni all’autorità giudiziaria e di numerose ispezioni del Servizio Veterinario dell’Ausl, dei Nas dei Carabinieri, del Corpo Forestale dello Stato;

* come riportato dagli organi di stampa, tale allevamento sarebbe infine stato posto sotto sequestro preventivo in seguito ad un blitz degli agenti del Nucleo investigativo per i reati in danno degli animali del CFS;

* tale allevamento, pur operando da molti anni, avrebbe presentato domanda di autorizzazione ad allevare cani al Comune di Ravenna, ai sensi della L.R. 5/2005 “Norme a tutela del benessere animale”, soltanto nell’agosto scorso;

* a seguito della richiesta citata il Servizio Veterinario dell’Ausl avrebbe espresso parere negativo per la mancanza dei requisiti strutturali e gestionali necessari richiesti dalla Delibera di Giunta regionale n. 394/2006;

SI INTERROGA

La Giunta regionale e l’assessore competente al fine di conoscere:

* per quali motivi, visto che il caso era ben noto da tempo a tutti gli enti pubblici competenti, il Comune di Ravenna non sia intervenuto tempestivamente per sospendere un’attività evidentemente non autorizzata;

* quali iniziative intenda intraprendere la Regione per garantire il rispetto di quanto stabilito dalla L.R. n. 5/2005 e dalla delibera attuativa.

Daniela Guerra

Categorie: Generale

1 commento

ADRIANA BORTOS · 21 Gennaio 2009 alle 5:10 pm

Mi didpiace che se succede con le allevamento dove sono cani.TUTA LA VITA AM AMATO LE CANI ,GATTO(tute le animali )mi fa piaccere a lavorare per loro.IO SPERO TROVARE LAVORO LA unaCANILE DE LA ITALIA—Tl.3290213030 adriana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.