Orsa Daniza, non c’e’ posto per la natura neanche nel verde Trentino-Alto Adige

orsa daniza“La morte dell’orsa Daniza, uccisa dall’anestetico utilizzato per catturarla, segna il punto più basso raggiunto dall’uomo nel suo rapporto con la natura e con gli altri animali e sorprende che ciò sia accaduto in Trentino, una Provincia che fa della valorizzazione dell’ambiente naturale l’asse portante di sviluppo del suo turismo.”

Così la consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo commenta la notizia della morte dell’orsa Daniza.

“Non vi era alcuna ragione – continua Meo – di procedere alla cattura di un animale che si era comportato secondo natura, se non un’erronea concezione degli amministratori locali che pensano di poter gestire i boschi e i monti come se fossero il proprio giardino.”

“E’ inaccettabile quanto accaduto – conclude l’esponente ecologista – ora ci aspettiamo che la Magistratura esegua le dovute verifiche sui comportamenti del personale della Provincia Autonoma per accertare le responsabilità individuali e amministrative.”

About Bortolini