Eolico Cisa-Cirone (PR): “Progetto ritirato, buona notizia per l’Appennino”

“Il progetto di parco eolico sull’Appennino fra il passo della Cisa e quello del Cirone, nel Comune di Pontremoli, che era stato presentato alla Regione Toscana per la valutazione di impatto ambientale, non si farà.”

Con queste parole la consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo annuncia quello che rappresenta l’atto finale di una battaglia durata anni a tutela di un ambito territoriale di particolare pregio ed interesse ambientale, paesaggistico e naturalistico.

“La mobilitazione degli abitanti del crinale – spiega la consigliera Meo – ha fatto sì che il progetto di realizzare 16 pale eoliche, a pochi metri dal confine con il territorio parmense, sia stato ritirato dalla società proponente e il procedimento archiviato dalla Regione.”

“Il devastante impatto ambientale causato da questo tipo di impianti industriali sul nostro crinale appenninico è un problema molto sentito da chi abita in quei luoghi e ciò è stato dimostrato dalla straordinaria partecipazione dei residenti che ha spinto il Consiglio comunale di Pontremoli ad esprimere parere negativo alla proposta.”

“Anche sul versante emiliano gli enti locali coinvolti hanno calato sin dall’inizio una pietra tombale sull’impianto eolico. Infatti è stato grazie alla netta presa di posizione della Provincia di Parma e del suo presidente Bernazzoli che si è potuto evitare questo ulteriore scempio alle nostre montagne e grazie all’approvazione da parte della Regione Emilia-Romagna delle linee guida sulle energie rinnovabili, che autorizzano l’installazione delle pale eoliche soltanto nei siti che dimostrano di possedere la ventosità adeguata a produrre energia in maniera efficiente.”

“La mia non è una presa di posizione indifferenziata contro tutti gli impianti eolici – conclude l’esponente ecologista – ma contro quei progetti che devastano le zone più belle del nostro paese, come il crinale dell’Appennino parmense che, è utile ricordarlo, si trova all’interno del Parco Nazionale, vi sono stati istituiti una Zona di Protezione Speciale e un Sito di Interesse Comunitario, è tutelato dal Ministero dei Beni Culturali ed è attraversato dall’Alta Via dei Parchi.”

 

About Bortolini