Sottoscrivete questo appello inserendo un commento con il vostro nome, cognome ed email in fondo alla pagina!

La notte del 24 Settembre 2007, un gruppo di neo-fascisti legati a Forza Nuova voleva colpire il Laboratorio Paz di Rimini.
Il Gruppo viene intercettato dai Cc che gli sequestra: cartografia, foto degli “obiettivi” e uno schizzo degli interni della sede del “Paz”; tre taniche con circa 14 litri di nitro-diluente antinebbia, altamente infiammabile e nocivo; quattro ricetrasmittenti; tre pistole a gas con altrettante bombolette di gas e una scatola di piombini; una pistola a salve; dieci coltelli a serramanico, due tirapugni, due catene di ferro, due bastoni in legno, due pugnali, tre manganelli, ma anche tre baionette, due piedi di porco, un taglierino, due passamontagna e una calza di nylon.

Dalle indagini emerge che il gruppo, oltre a dover incendiare il centro sociale ed a dover far del male a Walter, unico occupante senza casa, presente nello stabile, doveva andare nelle abitazioni di due altre persone e procurare loro ferite e danni tali da toglierle dalla scena politica pubblica per molti mesi.
Uno degli obiettivi del raid era Marco Mangia, dell’Esecutivo dei Verdi di Rimini. L’altra, Manila Ricci, attivista per i diritti umani dell’Ass. No Border.

Crediamo che quanto accaduto a Rimini sia una tragica tendenza politica e culturale, vista anche la pubblicazione, il 2 settembre del 2007, del “*Rapporto sul razzismo e la xenofobia nei paesi membri dell’Unione Europea*” che conferma e denota la crescita allarmante dei gruppi che agiscono denigrando i valori della democrazia , delle istituzioni e della resistenza o svolgendo azioni razziste e criminali.

Martedì 15 Aprile 2008, Marco insieme all’Associazione No Border e il Comune di Rimini si costituiranno “parte civile” in prima udienza, presso il Tribunale di Bologna.

Rivolgiamo un appello a tutte le forze politiche che si riconoscono nei valori costituzionali affinché mantengano alta la loro attenzione nei confronti del fenomeno dell’estrema destra, lo condannino in maniera ferma e risoluta, e senza compromessi, e non sottovalutino l’importanza dei valori della solidarietà, dell’ecologia e della giustizia sociale che costituiscono il primo baluardo della resistenza a queste nuove destre che si muovono in maniera camaleontica tra populismo, integralismo religioso e violenza razzista, sessista e ambientale.

Ci sentiamo politicamente coinvolti nella vicenda del raid del settembre scorso poiché destinatari della spedizione punitiva erano le nostre idee.

Siamo vicini a Marco a Manila e a Walter, e nello stesso tempo sentiamo il bisogno di ribadire in modo forte e chiaro che non può essere la violenza e il fanatismo fascista a fermare le nostre lotte per un mondo più pulito e più giusto.

Carlo Bottos – Presidente dei Verdi per la Pace – Bologna
Daniela Guerra – Consigliere Regionale ER- Verdi per la Pace
Gabriella Meo – Presidente dei Verdi per la Pace – ER
On. Paolo Cento – Verdi per la Pace

Categorie: Generale

38 commenti

Alessandro Ronchi · 14 Aprile 2008 alle 12:11 pm

Sottoscrivo: Alessandro Ronchi, Membro dell’Esecutivo Regionale dei Verdi dell’Emilia-Romagna, Consigliere comunale a Forlì.

andrea · 14 Aprile 2008 alle 12:40 pm

I fascisti rimangono sempre fascisti e vanno fermati.

Pasquale Palladino · 14 Aprile 2008 alle 12:52 pm

Incredibile che un partito guidato da un condannato per banda armata e che fomenta violenze e spedizioni punitive stia sulle schede elettorali dell’Italia antifascista.

Rifondazione Comuista -Sinistra Arcobaleno – Arzano (NA)

akab · 14 Aprile 2008 alle 1:18 pm

E’ dificile commentare questo episodio;si commenta da sè.Ciò che vorrei aggiungere è solo una cosa:Berliscioni è il maggiore alleato di questa gentaccia,anzi di più:li foraggia.

vittorio · 14 Aprile 2008 alle 1:25 pm

Paroloni grossi : fascismo criminale ecc….e le cento sedi della Lega bruciate di notte, anche quelle opera di fascisti, razzisti ecc….i violenti fanno ribrezzo dappertutto e non sono solo fascisti anzi……

Associazione comunale Verdi Reggio Emilia · 14 Aprile 2008 alle 1:29 pm

Sottoscriviamo: Associazione comunale Verdi Reggio Emilia

Alessandro Ronchi · 14 Aprile 2008 alle 1:35 pm

Sottoscrivono:
Arianna Bianchi – Esecutivo Verdi per la Pace ER
Valerio Monteventi – consigliere comunale Bologna – indipendente
Leonardo Cuni – presidente Verdi per la Pace – Cesena
Vittoria Pagliuca – Rete Ecologia Sociale
Partito dei Comunisti Italiani – Federazione di Modena
Francesco Montieri – Segretario Provinciale PdCi – MO
Marco Zoboli – Segr. Regionale ER PdCi
Alfredo Traetta – segreteria PdCi – MO
Passaro Silvestro – segreteria PdCi – MO – Resp. lavoro
Ruberto Francesco – segreteria PdCi – MO – Resp. Enti locali
Valerio Luigi – segreteria PdCi – MO – resp. sanità
Brancolini Franco – segreteria PdCi – MO – tesoriere
Bellina Sciasci – segreteria PdCi – MO – resp. tesseramento

Francesco Jannini · 14 Aprile 2008 alle 2:00 pm

Il sonno della ragione genera mostri

silvia groaz · 14 Aprile 2008 alle 3:17 pm

Gabriella Zonno · 14 Aprile 2008 alle 3:48 pm

Perchè non ritorni mai più.

Liborio Ferrante · 14 Aprile 2008 alle 3:54 pm

studente di medicina – palermo

Paolo · 14 Aprile 2008 alle 6:31 pm

è veramente sconcertante come alla base di nuovi avvenimenti violenti e brutali vi siano associazioni o gruppi di ispirazione fascista guidati da GIOVANI!!!…SI STANNO VERAMENTE PERDENDO I VALORI DELLA DEMOCRAZIA E DELLA LOTTA DELLA RESISTENZA PARTIGIANA ANTIFASCISTA!… NOI GIOVANI DOBBIAMO cercare di scuotere l’animo di chi rimane impassibile di fronte a questi immondi fatti e risvegliare i valori dell’uguaglianza e del rispetto e della tolleranza internazionalista. E’ QUESTA L’UNICA ED ULTIMA SPERANZA!

gianluca gazzara · 14 Aprile 2008 alle 7:56 pm

sveglliatevi e fate + informaz. riguardo queste vicende

valentina perugini · 14 Aprile 2008 alle 7:57 pm

è ora di farsi sentire!!!

Daria De Zio di Myra · 14 Aprile 2008 alle 8:42 pm

è vergognoso.non ho come al solito parole per questi comportamenti…non la finiranno mai…

francesco · 14 Aprile 2008 alle 9:00 pm

Sono un giovane comunista tarantino,disgustato dall’ennesimo episodio violento di stampo neofascista…sarebbe davvero l’ora di far chiudere ogni sezione di Forza Nuova con le buone o con le cattive

Daniele Zanfardino · 14 Aprile 2008 alle 9:15 pm

Sottoscrivo:
Daniele Zanfardino

Michele Marziani · 14 Aprile 2008 alle 11:23 pm

Aderisco e sottoscrivo.
Michele Marziani

Diego Corona · 15 Aprile 2008 alle 8:25 am

Non capisco come mai l’uomo non vuole la felicità per sé e per il prossimo, non capisco come mai l’uomo ha bisogno di identità che incitino alla violenza verso il prossimo, non capisco come mai esistano fazioni criminose, non capisco come mai sia così difficile comprendere che siamo tutti uguali perché dotati di due braccia, due gambe, un cervello e un cuore e non esistano differenze tra uomini, donne, bianchi, neri, gialli, marroncini, verdognoli, comunisti, fascisti. L’identità aiuta l’uomo anche nella costruzione del pensiero, ma se questa da adito a razzismi, sentimenti negativi, odio, ecc. spinta da ignoranza va contro l’uomo. E trovo stupido che l’uomo vada contro sé stesso.

Mario Galsso · 15 Aprile 2008 alle 8:44 am

Sottoscrivo
Mario Galasso – Presidente Verdi per la Pace Provincia di Rimini

Claudio Fenizia · 15 Aprile 2008 alle 10:19 am

Cari compagni qui se vogliamo continuare a professare le nostre idee e a perseguire i nostri scopi politici bisogna cambiare proprio tutto, nel rispetto della legalità (sono gli altri che la calpestano e non certo noi) dobbiamo riappropriarci dei nostri spazi, riprendiamoci le piazze e manteniamo alto il livello della controinformazione altrimenti i processi nei quali dovremo costituirci parte civile saranno sempre di più. sempre che non ci tocchi ricominciare a piangerci i nostri morti
Claudio Fenizia

maria · 15 Aprile 2008 alle 11:54 am

sono scandalizzata. siamo un paese mafioso, neofascista e oltretutto riusciamo a vantarcene. la mia famiglia e’ di lunga tradizione comunista. se non fosse per queste sane radici che spero di condividere con molte altre persone, mi vergognerei di essere italiana

Andrea · 15 Aprile 2008 alle 2:40 pm

E’ pazzesco quando leggo e sento certe cose mi sembra di essere in Colombia.

Roberto Cassettana · 15 Aprile 2008 alle 3:08 pm

verdi-Livorno

Valerio · 15 Aprile 2008 alle 3:32 pm

Non ci sono parole per definire questi imbecilli… si riempiono la bocca con il fascismo ma non sanno nemmeno lontanamente le condizioni di vita che dovrebbero subire se vivessero in un regime autoritario. IDIOTI!

Giuliano Garagnani · 15 Aprile 2008 alle 4:07 pm

Aderisco all’appello convinto che si debba mantenere alto il livello di guardia e di attenzione contro il nuovo fascismo e contro ogni razzismo.

Giuliano Garagnani · 15 Aprile 2008 alle 4:08 pm

Aderisco all’appello convinto che si debba mantenere alto il livello di guardia e di attenzione contro il nuovo fascismo e contro ogni razzismo.

Giuliano Garagnani
Presidente Comunale dei Verdi di Modena

Gianni Barbieri · 15 Aprile 2008 alle 5:34 pm

E’ indubbiamente un fatto molto grave e quindi esprimo la mia sincera solidarietà alle persone interessate dalla squallida azione squadrista.
Purtroppo noto un’aumento di questi episodi e molta leggerezza da parte delle istituzioni circa le vili azioni dei neo fascisti, nei pressi del mio quartiere,zona sud di Torino, un ingobile gruppetto di affini ha imbrattato le mura della fiat con slogan ad effetto, la cosa imbarazzante è che non sono stati rimossi, cosa impensabile non molto tempo fà per qualunque tipo di imbrattamento, almeno l’azienda non tollerava nessun tipo di scritta o macchia sulle mura perimetrali, la cosa ancora più vergognosa è che dinnanzi il presidio militare dei carabinieri, che si affaccia verso il muro della fiat,è stata messa a segno un’altra ingobile frase xenofoba, mi chiedo come sia potuto capitare senza che nessuno si fosse accorto del fatto, e trovo vergognoso che nessuno abbia provveduto alla cancellazione di una chiara provocazione fasiscta, anche se partorita da menti giovani e di fresca plasmatura ideologica è vergognoso che sia accaduto difronte una caserma dei carabinieri.
Non minimizzo alcun che ma esprimo una sincera preoccupazione che, per quanto mi riguarda, si lega anche alla mancata commissione di inchiesta sui fatti di genova.
Il 25 aprile è alle porte e anche se non c’è piu in parlamento una presenza di sinistra arcobaleno, di cui non sono elettore, ritengo doveroso esprimere la mia solidarietà a tutte le vittime di fatti ignobili legati a neofascisti vari, l’antifascismo è e resta un valore indiscutibile difronte alla stagione politica che si sta delineando, con probabili provvedimenti su immigrazione e “sicurezza”credo sia doveroso ribadire che la sicurezza dei cittadini debbe essere tutelata dalla arroganza delinquenziale del neofascismo nonche dalla sua infinita bassezza culturale, sembra che il piano sicurezza sia un fatto decisamente legato a questioni di immigrazione e certo gli immigrati sono i più esposti alle violenze gratuite di questi porci codardi.
il 25 aprile è vicino non bisogna mai abbassare la guardia mai.

Leonardo Livi · 16 Aprile 2008 alle 9:10 am

Che dire ….. tra poco sarà il 25 aprile ………… mio padre è stato partigiano……….. ed ora ho anche una figlia che spero di educare a valori diversi da quelli attualmente di moda.

Leonardo Livi Genova

diana sessa · 16 Aprile 2008 alle 7:53 pm

Sottoscrivo.

Non c’entra il colore politico, anche se in questo caso autori e vittime sono chiaramente individuati; è il fattore culturale sotteso a questi fatti che va condannato, a prescindere da quale presunto “ideale” ne colori l’origine.

Dacia Bilancia · 17 Aprile 2008 alle 8:40 pm

Abbiamo il dovere di continuare la lotta dei partigiani, non permettere la fascismo di tornare. Tra poco è il 25 aprile non dimentichiamolo mai!

davide fabbri · 18 Aprile 2008 alle 6:15 pm

aderisco con convinzione all’appello

davide fabbri – esecutivo regionale dei Verdi

Aurora · 18 Aprile 2008 alle 7:25 pm

Sottoscrivo l’appello. La crescita di gruppi di estrema destra è allarmante. Bisogna porre un freno a questo fenomeno. E’ vergognoso che ragazzi ignoranti siano imbevuti di idee fasciste senza conoscere la storia, anzi rinnegandola e rifiutando di vedere anche la realtà dei fatti che furono, esaltando un uomo ignobile e schifoso come Mussolini, venerando la sua tomba come se fosse un santo a cui fare visita in pellegrinaggio; giovani che fanno violenza a qualsiasi persona non la pensi come loro, che ignorano il concetto stesso di democrazia. SONO PROPONDAMENTE INDIGNATA.

Gianni Barbieri · 2 Ottobre 2008 alle 8:14 pm

Vivo a Londra da un pò di mesi a questa parte, per svariati motivi, leggo la stampa inglese ovviamente, ma in genere tutta la stampa internazionale, inclusi vari giornali italiani, e le notizie che arrivano non sono per nulla confortanti.
Considero grave e vergognoso quanto avviene in Italia e come italiano provo vergogna per l’alto livello di intolleranza e inciviltà che domina nella pensiola.
La forza di una città come Londra, ma direi di tutta la Gran Bretagna stà proprio nel fatto che qui l’integrazione è reale e tangibile, la ricchezza di questo paese deriva prorprio dall’alto numero di razze che si possono incontrare a tutti i livelli e nei vari ambiti sociali ed occupazzionali, non credo esistano paesi perfetti, ma semplicemente paesi civili in cui si praticano poltiche sociali di integrazione serie e valide, sono investimenti che un paese fa e che ritornano, dando risultati eccezzionali.In Italia prevale la logica della repressione, della violenza contro chi ha la pelle scura, vergognoso l’episodio dei vigili di Parma, gli attacchi ai campi rom, vergognosi di per se i cpt, e gli stessi accampamenti, le impronte digitali e tutto il resto, l’impiego dei militari per purificare zone popolate da tossicodipendenti, vedi tossic park a Torino, sono soldi buttati nel cesso, si rimbalazano i tossicodipendenti da una zona all’altra, senza alcuna risoluzione reale di un problema che coinvolge la collettività delle zone interessate.
Possibile che in Italia non ci sia spazio per poltiche reali volte ad affrontare i problemi in modo serio? possibile che in Italia forze dell’oridine restino impunite addirittura quando le violenze e i soprusi sono indiscutibili?
Sottoscrivo questo appello e voglio sperare di potermi considerare orgoglioso del mio paese, stufo di leggere dei vari mafiosi e cammorristi e delle loro rappresaglie, delle violenze fasciste che sono ormai all’ordine del giorno , di forze dell’ordine che pestano e insultano con epiteti odiosi un ragazzino di colore, dopo averlo gonfiato di botte.
Sono vicino a tutte le vittime di questo sistema neo fascista e dei suoi sgherri pagati dai contribuenti.

rino sab. · 4 Novembre 2008 alle 10:21 pm

Sono ammotulito da cio che ò letto contro alla sede del Paz. ma ancora di
più da ciò che scrive il Sig. Gianni Barbieri. Come Lei, Sig. Barbieri,noto un forte aumento d’arroganza e del mettersi in mostra senza alcun timore,
tutto questo mi fa molta paura e mi chedo le scritte sui muri non cancellate
i camioncini lasciati passare dentro ai cortei pieni di basoni e altro,le provocazioni dette ai lavoratori dell’Alitalia, dove ci vogliono condurre?
Forse che a un prossimo futuro ci vogliono mettere il grenbiulino a tutti?

Boni Simone · 17 Novembre 2008 alle 12:56 pm

Arrivo con un ritardo vergognoso ma sono con voi!
Ora più che mai bisogna attivarsi per prevenire una riemersione del fascismo e delle sue logiche violente. Attivarsi per me significa parlare il più possibile con le persone che ci circondano, non avere paura delle opinioni comuni dilaganti e sostenere fermamente le proprie idee. Inoltre bisogna sostenere e cercare di tenere unite tutte quelle realtà, anche se minoritarie, che perseguono gli obiettivi della pace, dell’ecologismo e del dialogo civile. Perchè sento da tempo un profondo vuoto prima di tutto dentro di me e in secondo luogo nella società che attribuisco soprattutto alla mancanva di solidarietà e vicinanza tra le persone. C’è chi dice che siamo vicino alla fine del mondo (della nostra civiltà insomma), altri che sostengono un nichilismo radicale verso tutto e tutti, altri che si adeguano passivamente alle logiche predominanti; ma io non credo in nessuna di queste ipotesi, credo che siamo tutti abitanti attivi di questo pianeta chiamato terra, che dobbiamo prima di tutto mantenerlo in uno stato decoroso attraverso la cura e la responsabilità nelle nostre azioni; credo che per fare questo abbiamo bisogno di stare uniti, assieme ad altre persone come noi che ci danno forza e motivazione nell’agire. Perchè come disse il “Che”:”Ognuno di noi, da solo, non vale niente.”
Io mi sento verde, radicalmente; ma in questo periodo di forti cambiamenti penso che sia necessario stare vicino a chi come noi persegue gli obiettivi basilari della pace (1° presupposto per la conservazione del pianeta), dell’uguaglianza (1° presupposto per la pace) e del rispetto reciproco (1° presupposto per l’uguaglianza).
In sostanza mi sembra che ora sia più importante mettere da parte i propri radicalismi in favore di un dialogo con i nostri vicini, al fine di restare uniti, fare numero ed avere la forza e la resistenza per difendersi dai nuovi attacchi dei neri che, in Italia come in tutta Europa, stanno tentando una nuova emersione.
Ma i neri sono neri, vivono nell’oscurità e non hanno ne il bisogno ne il diritto di uscire all’aria aperta e godersi il sole. Ciò provoca solo disagi a chi vive la superfice, a chi ha il diritto ed il dovere di mediare tra interno ed esterno, di mantenere l’equilibrio tra le dimensioni necessario alla sopravvivenza del pianeta terra.
Simone

Spedizione punitiva ad opera di un gruppo di neo fascisti ( Generale ) - Alessandro Ronchi · 14 Aprile 2008 alle 12:10 pm

[…] e pubblico questo appello (che vi invito a sottoscrivere), che riguarda un fatto gravissimo accaduto nel settembre scorso. Sottoscrivo il sostegno alle […]

Sinistra Arcobaleno .org » Neo fascisti volevano punire attivisti del centro sociale PAZ di Rimini · 14 Aprile 2008 alle 12:14 pm

[…] Leggi e sottoscrivi l’appello contro il nuovo fascismo criminale! […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.