Comitato Scientifico Europa Verde-Verdi Emilia Romagna

  • AGRICOLTURA BIOLOGICA E SOSTENIBILE

Antonio Compagnoni, è rappresentante dell’Italia presso il Consiglio Europeo dell’IFOAM e collabora con HUMUS, AssoCertBio, CSQA. Con l’Università Politecnica delle Marche partecipa a progetti europei di sull’agricoltura bio e sostenibile. Ha cominciato il suo cammino come volontario dell’ong Overseas che insegnava le tecniche di agricoltura bio a ragazzi africani. E’stato presidente de Il Salto, il primo consorzio di produttori bio regionali che ha coinvolto produttori, consumatori e associazioni ambientaliste, creando una prima rete di negozi e mercati gestiti dai produttori. Ha co-fondato l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica AIAB diventandone vice Presidente in Emilia Romagna. Insieme ai verdi regionali ed europei ha contribuito a scrivere la prima legge dell’ER sull’agricoltura bio ed i regolamenti europei. E’ stato responsabile delle relazioni internazionali di ICEA Bologna, componente del comitato direttivo e vicepresidente di Fairtrade Italia e ha fatto parte del Comitato Standard di Fairtrade International.

Antonio Lo Fiego, Socio fondatore e responsabile tecnico della ditta sementiera biologica e biodinamica Arcoiris di Modena, unica azienda di sementi italiana al 100% biologica specializzata nel recupero di varietà tradizionali italiane di ortive e di cereali. Presidente di AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) Emilia-Romagna, associazione culturale che rappresenta i produttori e i tecnici biologici con l’obiettivo di rafforzare il biologico sul territorio. Consigliere della Rete Semi Rurali (42 associazioni socie) che sostiene, facilita, promuove i valori della biodiversità e dell’agricoltura contadina. Membro dell’esecutivo della RES (Rete di Economia Solidale) di Modena che promuove e sostiene l’economica solidale sul territorio modenese. Ho lavorato per circa sei anni in progetti di sviluppo rurale in Argentina, Brasile e Albania con ONG italiane.

Carlo Poggi Pollini, laureato in Scienze biologiche, ha iniziato l’attività di ricerca nel settore della patologia vegetale nelle piante da frutto, vite, barbabietola, piante ortive e spontanee, approfondendo gli aspetti epidemiologici, le possibilità di lotta e la messa a punto di procedure diagnostiche per l’individuazione di vari patogeni. Ha studiato il John Innes Institute – Norwich (U.K.).Ricercatore a tempo indeterminato in Patologia Vegetale presso l’Alma Mater dal 1998, ha proseguito l’attività di ricerca con oltre 120 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali e circa 70 comunicazioni a congressi. Dal 2001 all’Alma Mater svolge attività didattica in Viticoltura ed Enologia per il modulo di Patologia Viticola e saltuariamente presso le università di Verona e Ferrara (biotecnologie fitopatologiche, agroindustriali e patologia vegetale).Dal 2017-2918 è titolare del corso “Protezione dalle malattie delle colture biologiche” presso l’Alma Mater.

Guido Tampieri Laureato in giurisprudenza all’Università di Bologna. Ha aderito alla CGIL di cui è stato segretario provinciale del settore trasporti a Ravenna e della Federbraccianti nonché membro della segreteria regionale. Dal 1983 al 1990 è stato assessore all’agricoltura della Provincia di Ravenna con il Partito Comunista Italiano. Eletto nel 1992 consigliere regionale dell’Emilia-Romagna, dove è stato componente delle Commissioni “Bilancio e programmazione” e “Attività produttive”. Della Regione Emilia-Romagna è stato assessore all’agricoltura dal 1993 al 2005 e assessore all’agricoltura, ambiente e sviluppo sostenibile dal 2000 al 2005. Nel 2005 fu tra gli esperti de L’Unione che curarono il programma di governo della coalizione, proprio per ciò che concerne il sistema agricolo. Si iscrive ai Democratici di Sinistra e nel marzo del 2001 il ministro Alfonso Pecoraro Scanio, componente del Governo Amato II lo nomina membro del Consiglio di amministrazione del CRA, Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura. Dal 17 maggio 2006 al 6 maggio 2008 ha fatto parte del Governo Prodi II in qualità di Sottosegretario di Stato al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con delega al rapporto con le Regioni e al CIPE. È stato presidente della consulta nazionale del Partito Democratico per l’agricoltura. Dal 4 luglio 2008 al 4 luglio 2010 è stato presidente del centro di divulgazione agricola della Provincia di Bologna. Dal luglio 2012 al 26 giugno 2013 è stato direttore dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA).

  • AMBIENTE MARINO, DIFESA DELLA COSTA, BLUE GROWTH

Laura Airoldi, Professore Associato di Ecologia e membro dell’Accademia delle Scienze dell’Università di Bologna. Ha svolto attività di ricerca presso diverse istituzioni in Italia, Australia, USA e Regno Unito, inclusa una Fulbright Research Fellowship presso la Stanford University. Nel 2019 è stata classificata tra i ricercatori più influenti al mondo da Clarivate Analytics. Partecipa e/o coordina diversi progetti internazionali di ricerca, tra cui il gruppo di lavoro di eco-ingegneria nell’ambito del network globale World Harbor Project. Ha pubblicato più di 200 lavori scientifici, di cui oltre 100 su riviste e volumi internazionali di prestigio. Da sempre appassionata di mare, è riconosciuta come uno dei precursori del nuovo campo dell’ecologia urbana marina. La sua ricerca focalizza sulla conservazione, il ripristino  e la gestione sostenibile delle risorse naturali marine, e lo sviluppo di soluzioni basate sulla natura. 

  • BIODIVERSITÀ, FORESTE, AREE PROTETTE, VERDE URBANO

Fausto Bonafede  è stato insegnante di Chimica e Scienze naturali in varie scuole sino al 2016. Dal 1996 al 2017, in collaborazione con Università ed altri Enti Pubblici, ha pubblicato alcuni libri e numerosi articoli scientifici (oltre 30 di cui una decina a diffusione internazionale) che riguardano studi botanici effettuati prevalentemente nella Regione Emilia-Romagna. Dal 2010, insieme a Mauro Vignodelli, si occupa di studi sul rapporto clima-vegetazione e soprattutto della risposta della vegetazione al cambiamento del Clima in atto. Dagli anni ’90 è socio attivo e consulente naturalistico del WWF Bologna, a cui dedica la maggior parte del tempo libero occupandosi di progettazione e gestione di aree protette, di difesa del territorio, di studi naturalistici finalizzati alla Conservazione della Natura.

Paolo Pupillo, professore ordinario di Fisiologia vegetale (1981-2012), emerito dal 2014, preside della ex Facoltà di Scienze dell’Università di Bologna (1989-2008), Prorettore (2000-2005), presidente della Società Italiana di Fisiologia Vegetale (1988-1993), di Italia Nostra sezione di Bologna (1995-2008), della Unione Bolognese Naturalisti – UBN (2014 -). Le pubblicazioni scientifiche riguardano soprattutto struttura e funzione di proteine delle piante, con particolare riguardo a enzimi redox e della organicazione fotosintetica del carbonio (C3 e C4), e più di recente gli aspetti ecologici della fotosintesi con l’uso di metodi d’indagine non invasivi (fluorimetria in vivo).


Enrico Ottolini, biologo, dagli anni ’90 è socio attivo del WWF Italia, organizzazione nella quale ha ricoperto i ruoli di Presidente della sede locale di Parma, assistente regionale e Delegato per l’Emilia-Romagna. Negli anni ’90 ha lavorato nel Dipartimento Strategie Integrate dell’Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente e successivamente si è occupato di pianificazione di aree protette e gestione dei siti della rete Natura 2000. Come collaboratore della Regione Emilia-Romagna, si è occupato di reti ecologiche nell’ambito del progetto Life Econet, dal 2001 al 2003. Ha coordinato il progetto Life Pianura Parmense dal 2009 al 2012.

  • CITTÀ SOSTENIBILI E RESILIENTI, RIGENERAZIONE URBANA, PROCESSI PARTECIPATIVI

Giuliano Gresleri (†) Già Professore Straordinario di Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica alla Facoltà di Architettura dell’Università di Bologna, molto noto per l’intensa e molteplice attività svolta, dalla partecipazione al Consiglio di Presidenza della “Fondazione Le Corbusier” di Parigi, al Restauro e recupero di Casa Stortoni a Bologna. I suoi progetti sono raccolti e illustrati in riviste internazionali quali “Casabella”, “Modo”, “Architecture d’Aujord’hui”, “Parametro” ed infine sui cataloghi della Triennale di Milano.

Fausto Pagnotta. Storico del pensiero politico e sociologo, è dottore di ricerca in Studi Politici (Università Sapienza di Roma) e membro del Centro Interdipartimentale di Ricerca Sociale (CIRS) e del Laboratorio per la storia del pensiero politico “De Cive” dell’Università di Parma. Nel medesimo Ateneo insegna Sociologia dei processi comunicativi per la rigenerazione urbana e Sociologia dei processi partecipativi presso il Dipartimento di Ingegneria e Architettura, insieme a Sociologia della comunicazione e dei nuovi media e Sociologia delle disuguaglianze di genere presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Studi Politici e Internazionali. Le sue ricerche approfondiscono lo studio della città in termini storico-politici e sociologici con una particolare attenzione ai temi della partecipazione, della parità di genere, della rigenerazione urbana e dell’impatto delle tecnologie digitali (ICT) sulla società. E’ autore e curatore di diversi saggi tra cui L’Età di Internet (Mondadori-Le Monnier Università, Firenze, 2013), Linguaggi in Rete (Mondadori-Le Monnier Università, Firenze, 2015), Ecologia della Rete (Erickson, Trento, 2018).

  • CLIMA, ENERGIA

Nicola Armaroli, laurea in chimica e dottorato di ricerca in Scienze Chimiche, dal 2007 è Dirigente di Ricerca al CNR di Bologna. Ha pubblicato oltre 190 articoli scientifici su riviste internazionali, 7 libri, 10 capitoli di libri. È uno degli scienziati italiani più citati nella letteratura internazionale, secondo il ranking della VIA Academy. Dal 2018 è membro eletto dell’Executive Board di EuCheMS, per la quale è stato chairman del Working Party on Chemistry and Energy (2011-2017). È Associate Editor di Photochemical & Photobiological Sciences (Royal Society of Chemistry), membro dell’Editorial Board di Chemistry-A European Journal e Polyhedron (Elsevier). Ha tenuto conferenze su invito in congressi internazionali, università e centri di ricerca in tutto il mondo, ed è valutatore per i principali editori scientifici e per varie agenzie nazionali ed internazionali, governative e private. Dal 2014 è direttore di Sapere, la prima rivista italiana di divulgazione della scienza. Ha vinto il Premio Internazionale di Fotochimica Grammaticakis-Neumann (2001), il Premio Letterario Galileo per la divulgazione scientifica, con il libro Energia per l’Astronave Terra (Zanichelli) (2009), la Medaglia d’Oro Enzo Tiezzi della Società Chimica Italiana (2017) e il Premio Madesimo (2017).

Paolo Cagnoli, ingegnere, ha iniziato la carriera come ricercatore nel campo della valutazione ambientale e della pianificazione urbana all’Università di Bologna. Ha poi lavorato come libero professionista, ingegnere ambientale della Regione Emilia-Romagna e professore all’Università di Modena, Reggio Emilia e Bologna, con corsi di Energetica e Marketing Ambientale. Dal 1997 lavora anche per l’Agenzia ambientale ed energetica dell’Emilia-Romagna come responsabile dei settori Energia e Valutazioni ambientali complesse, con progetti nel campo dell’ingegneria ambientale, la difesa del suolo e lo sviluppo sostenibile (la valutazione ambientale di piani, programmi e progetti, contabilità ambientale, ecc…). Proseguendo l’attività di formatore universitario.

Leonardo Setti è un professore aggregato dell’Università di Bologna di: Energia Rinnovabile e Biocombustibili – Laurea in Chimica e Tecnologie per l’Ambiente e per i Materiali; Energy Systems and Policy – Laurea in Resource Economics and Sustainable Development; Biochimica Industriale – Laurea in Chimica Industriale. Nel 2007 ha costituito un gruppo di lavoro per studiare e sviluppare i piani energetici comunali, oggi conosciuti come Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), ed è stato l’estensore e responsabile scientifico di 55 PAES in regione Emilia-Romagna tra Parma e Ravenna. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Centro per le Comunità Solari per studiare e sviluppare strumenti per accompagnare le famiglie nella transizione energetica: un network di oltre 1200 famiglie in tutta Italia. Da luglio 2012 a Maggio 2015 è stato Presidente di AGEN.TER. (Agenzia Territoriale per la Sostenibilità Alimentare, Agro-Ambientale ed Energetica – www.agenter.it) che unisce le competenze dell’associazione Centro Agricoltura ed Ambiente (CAA), fondata a Crevalcore da Giorgio Celli nel 1988, e dell’associazione Centro Divulgazione Agricola (CDA). Soci fondatori di AGENT.ER sono la Provincia di Bologna, i Comuni di Terre d’Acqua, la Confagricoltura Bologna, la Confederazione Italiana  Coltivatori Diretti di Bologna e il Consorzio della Bonifica Renana. E’ autore di oltre 80 pubblicazioni e di decine di talks in congressi internazionali e nazionali.

  • CULTURA

Marco Martinelli è uno dei più quotati registi e drammaturghi del teatro italiano. Nel 1983 fonda il Teatro delle Albe, che tuttora dirige insieme a Ermanna Montanari, con la quale ha formato una pluripremiata “coppia alchemica”, nella vita e sulla scena. Per il suo originale talento, riconosciuto dalla critica nazionale e internazionale, ha vinto sette volte il Premio Ubu (l’Oscar del teatro italiano) per la regia, la drammaturgia e la pedagogia, e altri riconoscimenti in Europa e nel mondo. E’ stato direttore artistico di Ravenna Teatro dal 1993 al 2013. Nel 2017 il debutto nel cinema con il lungometraggio Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi, protagonista Ermanna Montanari, cui farà seguito nel 2019 The sky over Kibera, reinvenzione della Divina Commedia nello slum di Nairobi con 150 adolescenti. Le sue drammaturgie sono tradotte e messe in scena in dieci paesi nel mondo. Tra le pubblicazioni Aristofane a Scampia e Nel nome di Dante, edite da Ponte alle Grazie.

Massimo Brundisini. Laurea in medicina e chirurgia presso Università di Pisa conseguita nel 1980. Libero professionista in Bologna. Traduttore di testi scientifici, politici e in difesa dell’ambiente: S. Malamed, Sedazione, edizioni Piccin; J. Okeson, Il trattamento delle disfunzioni e dei disordini temporomandibolari, edizioni Martina; P. Hellyer, La luce alla fine del tunnel: piano di sopravvivenza per il genere umano, edizioni Verdechiaro; P. Hawken, Drawdown: il piano più completo mai proposto per invertire il corso del riscaldamento globale, edizioni Viaggi nel tempo. Impegno politico: candidato alle elezioni amministrative per il Comune di Bologna (2016); Candidato alle elezioni politiche nazionali per il Parlamento con la lista Insieme per i Verdi (2018); Impegno sociale: Organizzazione e referente della comunità Laudato Si’ di Bologna (2019

  • DIRITTI CIVILI E DELLA PERSONA, DIRITTI LGBT

Gianpaolo Silvestri, laurea in filosofia, giornalista. Pacifista, tra i fondatori della Federazione dei Verdi e dell’Arcigay è stato senatore dei Verdi, membro del Consiglio d’Europa e responsabile del settore diritti civili dei Verdi. Ha diretto e/o  e collaborato con varie testate giornalistiche ed animato il trimestrale teorico ecologista “Mappe”. Attualmente è membro del direttivo di Green Italia e vicepresidente di “Gay Net”. La sua più recente pubblicazione è “L’ultimo Mieli” Croce Editore.

  • DIRITTI DEGLI ANIMALI E ANIMALI DA ALLEVAMENTO

Rodingo Usberti,  veterinario capo Ausl  Forlì/Cesena specialista in malattie dei piccoli animali, specialista in diritto sanitario, direttore U.O. Sanità animale e iapz AUSL della Romagna.

  • DISARMO, PACE  E RIDUZIONE SPESE MILITARI

Sergio Andreis, direttore di Kyoto Club, obiettore di coscienza totale, già deputato verde (co-estensore della legge 185/1990 sul controllo dell’esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento). Collabora, per quanto riguarda la spesa militare e i cambiamenti climatici, con la Campagna Sbilanciamoci!, che riunisce 46 organizzazioni e reti della società civile italiana che riunisce 46 organizzazioni e reti della società civile italiana impegnate sui temi della spesa pubblica e delle alternative di politica economica. 

  • BIOECONOMIA, ECONOMIA CIRCOLARE E GREEN ECONOMY

Filippo Arfini (PhD),è professore Ordinario di Economia Agroalimentare presso il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi di Parma (Italia). La sua attività di ricerca si concentra su tre temi: l’economia dei sistemi di qualità alimentare, la valutazione della riforma della PAC mediante metodi quantitativi e le politiche di sviluppo rurale nei paesi sviluppati. Ha sviluppato le sue ricerche partecipando a bandi competitivi in ambito nazionale ed europeo (dal FP4 fino a H2020), nonché a diversi bandi di ricerca della DG-Agri e del Parlamento europeo. Attualmente è vice-coordinatore del progetto H2020 Strenght2Food e coordinatore locale del progetto H2020 AGRICORE. I risultati della sua attività di ricerca sono pubblicati su diverse riviste scientifiche italiane e internazionali. Per sei anni è stato membro del Board della European Association of Agricultural Economics (EAAE) e dal 2018 è nel Comitato Direttivo dell’Associazione Italiana di Agricoltura ed Economista Applicato (AIEAA) dove attualmente ne è presidente. È stato presidente del comitato organizzatore di quattro Convegni patrocinati dall’European Association of Agricultural Economics (Parma, 1997; Parma 2005; Parma, 2010; Parma 2015) e membro del comitato di programma di diversi seminari EAAE. È stato presidente del Comitato di Programma del terzo Congresso AIEAA (2014) e Presidente del Comitato Organizzatore Locale del XV Congresso EAAE (Parma, 29 agosto 1 settembre 2017) avente come tema “Verso la definizione di sistemi agroalimentari sostenibili mediando tra mercato e società”.

Marino Cavallo, economista territoriale, svolge attività di ricerca sui temi dell’economia verde, dei servizi innovativi per le città e le economie locali. Ha coordinato ricerche e progetti a livello europeo con università, centri di ricerca, istituzioni e imprese. E’ esperto in missioni internazionali sullo sviluppo locale e le piccole e medie imprese per progetti dell’Unione Europea. Ha pubblicato saggi e ricerche sui temi dell’economia ambientale, della responsabilità sociale d’impresa e delle imprese culturali e creative presso importanti case editrici scientifiche: Angeli, Edizioni Ambiente, Carocci, Etas. Svolge attività di docenza su tematiche economiche e sociali per Università e Scuole Universitarie; è stato visiting professor in università europee. 

Marco Moro, direttore editoriale di Edizioni Ambiente, casa editrice specializzata sui temi dello sviluppo sostenibile e dell’ambiente e di Materia Rinnovabile/Renewable Matter, il primo magazine internazionale dedicato a bioeconomia, economia circolare, Green e Blau economy.  Ha svolto attività didattiche presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano e, attualmente, presso L’Istituto Europeo di Design. Dal 1997 al 2010 è stato responsabile per la comunicazione di ANAB, Associazione Nazionale Architettura Bioecologica.

Alberto Tarozzi, è professore di prima fascia nel settore SPS/07 Sociologia generale presso il Dipartimento di Economia, Gestione, Società e Istituzioni, di cui è Direttore vicario, dell’Università degli studi del Molise, dove presiede il Corso di Laurea Magistrale in Servizio sociale e politiche sociali. In precedenza ha insegnato presso l’Università degli studi di Bologna come Professore associato titolare della cattedra di Sociologia dello sviluppo (1983-2005). Ha pubblicato volumi e saggi anche in lingua straniera su tematiche di sociologia generale e dello sviluppo. In tali ambiti si è confrontato con la questione dello sgretolamento del capitale sociale fiduciario all’interno di società che vedono l’espandersi di comportamenti di ispirazione utilitaristica e nei sistemi attraversati dalle spinte della globalizzazione. Si è altresì confrontato con le problematiche interculturali nel contesto dei processi migratori e in quello della formazione degli operatori del Paese di accoglienza.

  • EDUCAZIONE AMBIENTALE

Paolo Tamburini, dirigente, comunicatore, docente, saggista,pubblicista, negli ultimi trent’anni ha svolto questi ruoli in materia di comunicazione, educazione, processi partecipativi, per enti della pubblica amministrazione, Università e formazione, riviste, associazioni professionali, ambientaliste e culturali. La prima esperienza è stata con le ‘Università verdi’ nella seconda metà degli anni ’80. Attualmente è responsabile del CTR “Educazione alla sostenibilità” di ARPAE, coordina la rete dei centri di educazione alla sostenibilità e il Programma INFEAS dell’Emilia-Romagna e il Gruppo di lavoro educazione ambientale del SNPA – Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (L. 132/2016)   

  • FAUNA SELVATICA

Maurizio Pascucci, dottore in Scienze Naturali, esperto di conservazione, di censimenti nonché di “gestione” della fauna selvatica. Inizia la propria attività con il monitoraggio delle popolazioni di ungulati nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi indi di Vigilanza Venatoria, quindi di monitoraggio della presenza del lupo per la provincia di Ravenna per la quale  sviluppa progetti di educazione ambientale. Curatore della parte scientifica di mostre sul lupo e altre specie, è rilevatore per i censimenti degli uccelli acquatici. Correlatore di numerose tesi a Scienze ambientali si è occupato della valutazione di incidenza di Aree protette della rete Natura 2000. Attualmente si occupa del monitoraggio ambientale sulla Dafne.

  • IDROGEOLOGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI

Renzo Valloni, Professore di Geologia e Valutazione di Impatto Ambientale presso l’Università di Parma, ha condotto ricerche su progetti congiunti Italia-USA presso l’Università di Cincinnati (Ohio) e Stanford (California). È un Fulbrighter e sostiene gli scambi culturali fra Italia e Stati Uniti. All’inizio degli anni ’80 ha per primo riconosciuto e dimostrato le relazioni fra la tettonica globale e la sedimentazione sugli attuali margini continentali. A partire dagli anni ’90 ha svolto ricerche pionieristiche sulle risorse idriche dei sistemi porosi del sottosuolo padano e si è interessato dei sistemi fratturati dell’Appennino parmense. Negli ultimi 20 anni ha diretto numerosi progetti di ricerca multidisciplinari sulle risorse idriche e sull’irrigazione di precisione. Si occupa dell’impatto del Cambiamento Climatico sulle risorse idriche, e presiede il Centro Acque dell’Università di Parma e un corso post-laurea sull’adattamento al Cambiamento Climatico.

  • MEDICINA E POLITICHE PER LA SALUTE

Fiorella Belpoggi, è Direttrice Scientifica dell’Istituto Ramazzini di Bologna. Dal 1981 al 2001, ha collaborato strettamente con il Professor Cesare Maltoni, oncologo di fama internazionale, allora Direttore dello stesso Istituto. Esperta nello studio degli agenti che possano determinare i tumori ed altre patologie ambientali, come l’amianto, i carburanti e gli additivi delle benzine, pesticidi, in particolare interferenti endocrini, radiazioni ionizzanti e campi elettromagnetici a bassa frequenza (ELFEMF) e a radiofrequenza (RF-EMF), metalli pesanti, ecc. Particolare attenzione ha rivolto al tema dell’alimentazione e a quello dei rischi correlati ad esposizioni simultanee anche a piccole dosi di sostanze chimiche o di agenti fisici, soprattutto durante la vita embrionale e fetale, nonché nell’infanzia.

Si è inoltre occupata della valutazione dell’efficacia di farmaci e principi attivi farmaceutici ed erbali nel contrastare l’insorgenza e lo sviluppo delle neoplasie. E’ Membro dell’Accademia Internazionale di Patologia Tossicologica (IATP), della New York Academy of Sciences, e del Consiglio Esecutivo del Collegium Ramazzini, un’Accademia Internazionale di oltre 180 membri esperti indipendenti nel settore delle malattie professionali e ambientali, in rappresentanza di 36 paesi nel mondo (www.ramazzini.org).

È la persona di riferimento per i rapporti dell’Istituto Ramazzini con l’importante Ente di ricerca americano National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS); è stata più volte chiamata presso la Commissione Europea per riferire su tematiche pertinenti la salute e l’ambiente. Ha fatto parte dei Working Group della IARC per la stesura delle Monografie 120 sul Benzene e 125 e 130 su alcuni composti industriali, e a quello che ha stabilito le priorità IARC 2020-2024. È stata recentemente invitata a far parte del Comitato Scientifico di SCHEER dell’UE. Ha ricevuto l’incarico da STOA di preparare il rapporto “Health impact of 5G” per il Parlamento Europeo, di prossima pubblicazione.

La Dr.ssa Belpoggi è stata premiata con diversi riconoscimenti in Italia per il suo lavoro in difesa della salute ambientale e occupazionale, fra i quali il premio “Lorenzo Tomatis” di ISDE Italia, il premio “Tina Anselmi 2018” dedicato a donne che si sono distinte professionalmente, patrocinato dal Comune di Bologna, e con il prestigioso premio internazionale Ramazzini nel 2007. Ha partecipato come esperto a favore dei cittadini al processo per l’inquinamento con MTBE delle acque di falda di Jacksonville, Baltimora, USA, dove le persone danneggiate hanno avuto un risarcimento di oltre 1 miliardo di dollari dalla compagnia che ha in- quinato, la Exxon. Da anni sostiene le cause di risarcimento per le vittime dell’amianto e per altri lavoratori che hanno subito esposizioni professionali pericolose per la salute, difficilmente riconosciute come cause di servizio.

È punto di riferimento per Comuni, cittadini e associazioni su tematiche che riguardino la salute pubblica, come ad esempio recentemente la presenza di amianto nell’acqua potabile, il residuo dell’erbicida glifosato nell’acqua e nel cibo, ELMELF RF-EMF. Ha ricoperto diversi incarichi accademici; è stata membro del Consiglio di Facoltà di Scienze Veterinarie dell’ Università di Padova, insegnante alla Scuola di Specialità in Oncologia dell’Università di Torino, ha tenuto Lezioni di Scienze Ambientali nel Corso di aggiornamento in Scienze Ambientali per Medici e Tecnici dell’Ambiente al Dipartimento di Salute Pubblica UNIBO, ha tenuto lezioni magistrali alla Facoltà di Giurisprudenza e alla Facoltà di Scienze Statistiche per Epidemiologia Ambientale, UNIBO e alla Scuola di Specialità in Oncologia della stessa Università. Autore di oltre 150 pubblicazioni su riviste scientifiche peer-reviewed, nazionali ed internazionali, e di più di 20 capitoli di libri, fra i quali il Patty’s Toxicology, uno dei più prestigiosi testi di tossicologia; editore di diversi volumi a tema scientifico, in particolare con contenuti di salute pubblica e scienze ambientali.

Maria Gabriella Raso, medico, specialista in Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore, lavora come dirigente di 1 livello presso Azienda Usl-Irccs di Reggio Emilia. Nella stessa azienda riveste il ruolo di referente area sud per la gestione del Rischio Clinico, cioè di tutte quelle attività in ambito sanitario volte sia alla prevenzione degli errori evitabili che al contenimento dei loro possibili effetti dannosi. Da sempre sensibile alle tematiche ambientaliste, in particolare alla stretta correlazione tra inquinamento e salute del cittadino, è membro del Consiglio Esecutivo Verdi-Europa Verde dell’Emilia-Romagna.

  • MEDICINA INTEGRATA E IMPRENDITORIA VERDE

Renzo Agostini, laureato in Urbanistica, da sempre impegnato sui temi dell’ambiente, del cibo biologico e della salute, è un imprenditore nel settore del biologico con Terra e Sole, negozio bio specializzato con cucina, erboristeria e farmacia omeopatica; a Rimini e a Bologna opera anche nel settore ristorazione con i due locali Bio’s Kitchen. Di recente ha aperto un Poliambulatorio di medicina integrata per mettere in sinergia conoscenze, pratiche e rimedi della medicina convenzionale con quelle proprie della medicina naturale e tradizionale cinese. Tenendo sempre come base, sia per la prevenzione, sia per il supporto alla cura, una sana e adeguata alimentazione. Si occupa anche di consulenza per aziende ed organizzazione di eventi nel settore bio naturale.

  • MOBILITÀ SOSTENIBILE

Anna Donati, ambientalista, esperta di mobilità sostenibile e infrastrutture di trasporto, collabora con Kyoto Club sui temi delle emissioni di gas serra nei trasporti. E’ portavoce dell’Alleanza per la Mobilità Dolce, una rete di 32 associazioni che promuove la crescita dei cammini, ciclovie e ferrovie turistiche. E’ stata Assessora alla Mobilità del Comune di Bologna e del Comune di Napoli.  Eletta in Parlamento per i Verdi si è occupata di mobilità urbana, servizi per i pendolari e infrastrutture di trasporto. Fa parte dell’Ufficio di Presidenza di Green Italia.

Fioretta Gualdi (come altri/e non iscritta ai Verdi)architetto, esperta di mobilità sostenibile, ha progettato e realizzato molte scuole strutturalmente innovative del Comune di Bologna, e ha promosso e contribuito a realizzare il Servizio ferroviario Metropolitano (struttura, nuove fermate, servizi), e il progetto del Nodo Ferroviario,AV/AC, come dirigente del Comune di Bologna

  • POLITICHE EUROPEE

Pier Virgilio Dastoli, giornalista pubblicista, docente di diritto internazionale all’Università per stranieri di Reggio Calabria, Presidente del Movimento europeo Italia e della Associazione dei comunicatori pubblici e istituzionali, Membro del board di European partners for Environment, Membro di Europe Ambition 2030, già assistente parlamentare di Altiero Spinelli (1977-1986) e direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea (2003-2009).

  • POLITICHE PER L’ACCOGLIENZA E L’IMMIGRAZIONE

Franco Corradini. Dopo aver ricoperto la carica diconsigliere comunale e capogruppo consigliare al Comune di Reggio Emilia, dal2007 al 2014 è stato assessore alla Coesione e sicurezza sociale con deleghe, tra l’altro,  a immigrazione, sicurezza urbana, cultura della legalità. E’stato vice presidente  dello European Forum Urban Security (l’organizzazione non governativa fondata nel 1987 a Barcellona, ​​sotto l’egida del Consiglio d’Europa, che sostiene una rete di oltre 250 autorità locali europee in 16 paesi) e responsabile per l’Emilia Romagna in Avviso Pubblico, l’associazione nata nel 1996 per riunire gli Amministratori pubblici che si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica. Ha collaborato al programma Intercultural Cities del Consiglio d’Europa ed è tra i promotori del Network Italiano delle Città del Dialogo in accordo con il Consiglio d’Europa. Ha svolto attività politica nei partiti della Sinistra e nei movimenti pacifisti. Attualmente lavora nell’ambito  della sicurezza privata in una cooperativa con il ruolo di Sales Security Area Manager.

  • POLITICHE PER IL LAVORO

Claudio Arlati, laurea in Scienze Politiche ramo sociologico presso l’Università di Bologna, ha frequentato master in sociologia sanitaria, in sviluppo sostenibile e gestione ambientale e in valutazione, formazione e sviluppo delle risorse umane. Formatore e ricercatore dello IAL nazionale (promosso dalla Cisl), si occupa di formazione in tema di Formazione Formatori, Salute e sicurezza sul lavoro,  Relazioni Industriali, contrattazione decentrata e partecipazione dei lavoratori. Autore di varie pubblicazioni tra cui “Precari nati. Oltre le retoriche della precarietà” in Bonora, Carlo (a cura) – Individuazione della strategie volte alla promozione del benessere psicofisico dei lavoratori in Emilia-Romagna.

  • POLITICHE PER LE DONNE PER LA PARITÀ DI GENERE

Giancarla Codrignani, giornalista, politologa, femminista. Parlamentare per tre legislature, già consigliera per i problemi di genere al Comune di Bologna, si occupa di attualità politica e di diritti di libertà, con particolare attenzione per i diritti delle donne.

  • RIFIUTI

Natale Belosi ha partecipato alla fondazione dei Verdi divenendo consigliere comunale a Lugo e consigliere provinciale di Ravenna. In materia di gestione dei rifiuti ha fatto parte del Forum nazionale “Risorse rifiuti” ed ha promosso il Forum regionale organizzando diversi convegni sul tema. Ha lavorato al Ministero dell’Ambiente col ministro Edo Ronchi e (1999-2004) al Commissariato Emergenza Rifiuti della Campania, dove ha assistito oltre 70 comuni nella progettazione e trasformazione della raccolta da stradale a porta a porta. Fa parte del direttivo Zero Waste Italy e del suo Comitato Scientifico; coordina la Rete Rifiuti Zero Emilia Romagna, con cui ha istituito il premio “Sotto il muro dei 100 kg” che ogni anno premia i comuni della regione che hanno portato i rifiuti procapite da smaltire sotto quella soglia. Estensore della proposta regionale di legge su economia circolare e rifiuti votata da oltre 60 consigli comunali e divenuta, con modifiche, Legge Regionale 16/2015, è co-estensore della proposta di legge nazionale di iniziativa popolare (85.000 firme raccolte) sui rifiuti presentata nel 2014.

  • RISCHIO IDROGEOLOGICO, FIUMI E ACQUE SUPERFICIALI

Fausto Pardolesi, esperto di Difesa del Suolo e protezione civile,  progettista di interventi di sistemazione fluviale in base ai criteri della rinaturalizzazione, responsabile assetto idraulico a Forlì nel Servizio Area Romagna della Regione Emilia-Romagna, Coordinatore delle attività di gestione dei corsi d’acqua del territorio, delle progettazioni del Servizio di Piena. Membro del CIRF, Centro Italiano Riqualificazioni Fluviale. Oltre 200 i progetti ed interventi realizzati. Esperto nel rilevamento e verifica dei danni del terremoto sui fabbricati.  Relatore in materia di sicurezza idrogeologica in convegni, seminari, progetti europei. Nel II  e nel IV Convegno Italiano Sulla Riqualificazione Fluviale e ha presentato i volumi che ha curato ”Maison de l’eau” e ” la Riqualificazione Fluviale in Romagna” editi RER. Fino al ‘14  nel Consiglio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, ha ricoperto il ruolo di Presidente della Circoscrizione N°4 del Comune di Forlì dal 2004 al 2006. Esponente dalla fondazione della Federazione Italiana delle liste Verdi.

  • SCUOLA E FORMAZIONE

Lorella Bonicelli, laureata in Pedagogia, ha svolto attività di insegnante e, a seguire, di dirigente scolastico in scuole del primo ciclo (primarie e secondarie di primo grado) e del secondo ciclo d’istruzione (licei) e svolge tuttora attività di consulenza pedagogica. Ha seguito e diretto importanti esperienze/progetti legati all’educazione ambientale con particolare attenzione ai temi della mobilità sostenibile nei percorsi casa /scuola e ai vari temi che riguardano da vicino la comunità scolastica (raccolta differenziata). Si occupa, inoltre, di problematiche relative al tema dell’inclusione scolastica e sociale, con riferimento alle diverse tipologie di bisogni educativi speciali. Membro del Gruppo di Lavoro Provinciale per l’integrazione di Reggio Emilia per diversi anni, ha insegnato nei corsi di formazione per docenti di sostegno e svolge attività di formazione sui temi relativi all’inclusione scolastica e in materia di orientamento scolastico e formativo. Ha partecipato alla fondazione della lista verde di Reggio Emilia.

  • SERVIZI ENERGETICI, ESCO

Dino Tartagni, già Dirigente presso Coldiretti (RA-PN-MO-PD-FVG-Marche), è consulente per i servizi energetici e giornalista pubblicista. Svolge attività formative e di assistenza tecnico-economica in agricoltura. Componente di vari cda (Enti di sviluppo, Organizzazione dei Produttori, Soc. Cooperative, Formazione), nonché Revisore contabile in molteplici Enti e Società, è stato promotore, costitutore e Presidente del GAL-Leader Patavino (PD e RO). Promotore e A.D. della Esco “Senio energia” di Casola V. , è promotore, costitutore e consulente della soc. coop. Mirasole (servizi per l’energia) di Ravenna.