Partito democratico e doppio incarico: i Verdi contro Luciano Gobbi

Pubblicato da Alessandro Ronchi il

Emilianet | Partito democratico e doppio incarico: i Verdi contro Luciano Gobbi

Il partito accusa: “C’è un disegno per emarginarci dalla maggioranza”

REGGIO EMILIA 23 giu. 2007 – E’ polemica per la sostituzione in Consiglio comunale della defunta Paola Donelli con Luciano Gobbi, che ha lasciato i Verdi per entrare nel nascente partito democratico. Oltre al nuovo soggetto del centrosinistra, la discussione verte anche sul doppio incarico: Gobbi è infatti già assessore provinciale.

La Federazione provinciale dei Verdi critica duramente le decisioni di Gobbi. “Il subentro a Paola Donelli“, dicono i Verdi, “è un atto legittimo, ma eticamente deprecabile e politicamente inaccettabile“. “In ogni caso” proseguono i Verdi “con la sua opportunistica mutazione politica Gobbi ha scelto da tempo di non rappresentare più l’elettorato dei Verdi.”

Il partito non ha perdonato a Gobbi e alla presidente della Provincia Sonia Masini la permanenza dell’assessore nella giunta provinciale “a scapito della legittima rappresentanza dei Verdi”. “Questo dimostra” accusano i Verdi senza mezzi termini “che dietro l’operato di Gobbi esiste un preciso disegno politico per emarginare le componenti critiche nella maggioranza ed escluderci dal governo del nostro territorio e delle nostre città: infatti la stessa situazione si sta determinando nel Consiglio comunale”.

I Verdi non risparmiano critiche al resto del partito democratico: “Se la nascita del PD a Reggio si caratterizza con tali forme di aggressione nei confronti degli alleati, questo determina gravi problemi politici non più rinviabili all’interno della coalizione. Dicano i dirigenti del PD e i suoi rappresentanti in consiglio comunale se intendono procedere in questa direzione.”

“I Verdi” conclude l’esecutivo provinciale “non intendono subire passivamente questo processo di emarginazione dettato a nostro avviso dall’obiettivo del PD di raggiungere l’autosufficienza numerica e l’egemonia politica nelle sedi istituzionali a scapito delle altre forze della coalizione”.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere di Rifondazione Alberto Ferrigno: “Sosterrò pienamente le posizioni dei verdi in merito alla surroga della compianta Paola. Non accetterò che il suo posto sia occupato da chi non condivide quei valori per i quali Paola ha vissuto. Non voterò la surroga e lascerò l’aula ogni volta che parlerà l’Assessore Gobbi, persona degnissima che però ha una posizione politica non condivisa dal partito che ha eletto un consigliere Comunale e certamente non condivisa dalla consigliera che lo ha preceduto”.

Categorie: Generale

5 commenti

salvatore · 4 Luglio 2007 alle 9:15 pm

pecoraro ascanio e le sue stronzate ne vogliamo parlare ho avete la coda di paglia? lo sapete vero che quello che dice sono solo cagate?

e un demente e molto pericoloso bisogna rinchiuderlo io lo sbatterei a napoli in mezzo hai rifiuti ma dentro con la faccia da culo che si ritrova.con le sue idee del menga sta rovinando l’italia svegliatevi ci vuole il nucleare gli inceneritori altrimenti (visto che siamo hai livelli del 3 mondo) finiamo nel 4 mondo. [email protected]

Alessandro Ronchi · 4 Luglio 2007 alle 9:26 pm

Mi spiace per la sua violenza nei confronti della lingua italiana e per le idee che propone, non so quale delle due cose sia peggio.

Gli inceneritori fanno morire la gente di cancro. Non parliamo poi del nucleare.

Alessandro Ronchi · 5 Luglio 2007 alle 11:45 am

04/07/2007 – Consiglio comunale di Reggio Emilia. Una brutta vicenda dal punto di vista etico e politico

”Una brutta vicenda, sia dal punto di vista etico che dal punto di vista politico”: la consigliera regionale dei Verdi, Daniela Guerra, definisce cosi’ la questione della maggioranza a Reggio Emilia, in un intreccio tra Provincia e Comune dopo la morte della consigliera comunale verde Paola Donelli e il passaggio dai Verdi agli Ecodem dell’assessore provinciale Luciano Gobbi. Quest’ultimo infatti, sottolinea Guerra, e’ deputato a subentrare alla Donelli in Comune come ”quel 21/o consigliere che assegnera’ a Ds e Margherita la maggioranza assoluta”.
Guerra ricorda che e’ l’Unione, Verdi compresi, ”l’alleanza di centrosinistra che ha vinto le elezioni e ha permesso di governare a livello nazionale, in Regione e in tanti Comuni e Province”, ma ”la scelta della presidente della Provincia di mantenere in carica l’assessore provinciale Luciano Gobbi”, priva ”i Verdi di un proprio rappresentante”. Per Guerra, e’ l’Unione ”l’unica alleanza che permettera’ di avere i numeri per governare ancora, a meno che la nascita del Pd non spinga alcuni a farsi affascinare da un senso di autosufficienza”.
La vicenda di Reggio Emilia e’ ”molto spiacevole perche’ si inserisce in un accadimento doloroso quale e’ la scomparsa della cara Paola Donelli”, prosegue, ricordando che in Provincia i Verdi hanno ottenuto il 4% e 11.228 voti nel 2004, e se anche il consigliere eletto, Gobbi, ora ”ha aderito al Partito democratico, quel peso elettorale e’ e rimane inequivocabilmente patrimonio del partito dei Verdi”. ”Se mi sento di definire esecrabile dal punto di vista etico la scelta di Gobbi di accettare quel seggio in Consiglio comunale, allo stesso modo -aggiunge – voglio sottolineare con forza come sia politicamente inequivocabile l’intenzione di Ds e Margherita di voler far piazza pulita di tutti i partiti che sentono come scomodi”.

(Daniela Guerra)

salvatore · 5 Luglio 2007 alle 5:33 pm

allora non lamentiamoci se finiremo sommersi dai rifiuti.se i paesi europei ci considerano dei falliti spaghetti e mandolino con gente come pecoraro ascanio e i verdi suoi seguaci torneremo all’eta della pietra,si legga i vari libri che anno scritto sulle balle degli ambietalisti e i loro danni.il 98% di quell che dicono verdi greenpeace e compagnia bella sono solo grandi enormi balle solo spirito di esibisionismo(daltronde se non andavate con in comunisti chi vi pigliava?)fatevi un bell’esame di coscienza gli inceneritori il nucleare la tav servono eccome altrimenti finiamo davvero peggio che africa e india. a chiedere la carita hai paesi piu furbi e industrializzati.io scrivo e dico quello che penso. non scrivo paroloni come fate voi(che neanche voi capite ma fa figura fa sembrare intelligenti)la persona seria pensa al futuro al nucleare la vera risorsa mondiale svegliatevi.

vito cerullo · 19 Ottobre 2007 alle 7:17 am

Caro Salvatore, gia’ il nome dovrebbe essere un sollievo invece le tue parole esprimono solo la non conoscenza di fatti ed eventi che stanno caratterizzando l’europa riguardo le ALTERNATIVE sulla gestione dei rifiuti.

E’ Inutile dire che un’alternativa c’e’ sempre. A tutto, tranne alla morte.

I commenti sono chiusi.