Distrutta l’Area di Riequilibrio Ecologico “Schiaccianoci”. I Verdi chiedono il ripristino.

Pubblicato da segreteria il

“La settimana scorsa, all’interno del perimetro dell’Area di Riequilibrio Ecologico “Schiaccianoci” in Comune di Ferrara, e precisamente nella parte a est di via Caretti, sono state effettuate operazioni di movimento terra sradicando buona parte degli alberi ed arbusti presenti e compromettendo gli habitat naturali e seminaturali per i quali l’Area di Riequilibrio Ecologico era stata istituita.”

Questa è la denuncia che la consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo ha sollevato con un’interpellanza alla Giunta regionale, depositata oggi, nella quale si chiede se i lavori siano stati autorizzati dal Comune e con quali motivazioni.

“Sarebbe molto grave – continua la consigliera Meo – che un’amministrazione pubblica avesse autorizzato la distruzione di un’area che fa parte del sistema regionale delle aree protette e che è stata istituita con una delibera del Consiglio provinciale e finanziata con fondi regionali.”

“Tuttavia sarebbe ancora più grave se con questi lavori si fosse voluto preparare l’area per una sua prossima edificazione – sottolinea l’esponente ecologista – perché è stato proprio un emendamento dei Verdi al Piano Strutturale Comunale di Ferrara, adottato il 14 settembre 2007, che ha trasformato i 22 ettari posti a sud-ovest e a est di via Caretti in zona verde e area di riequilibrio ecologico, rendendo l’area inedificabile.”

“Per questi motivi ho chiesto alla Regione – conclude Meo – quali misure intenda assumere nei confronti del Comune di Ferrara, come si intenda ripristinare l’Area di Riequilibrio Ecologico e con quali risorse. In poche parole come la Regione intenda rimediare alla evidente scarsissima sensibilità mostrata dall’Amministrazione comunale.”

LEGGI L’INTERPELLANZA SULLA DISTRUZIONE DELL’AREA DI RIEQUILIBRIO ECOLOGICO ‘SCHIACCIA NOCI’ (FE)


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.