Congresso regionale Europa Verde/Verdi Emilia-Romagna: riconfermati i due co portavoce regionali Silvia Zamboni e Paolo Galletti

Pubblicato da Duilio Cangiari il

Bologna, 13 dicembre 2021

Si è svolto ieri il congresso regionale di Europa Verde/Verdi dell’Emilia-Romagna. I delegati delle nove province, sulla base di una mozione unitaria, hanno eletto all’unanimità, con una sola astensione, gli organismi dirigenti. Silvia Zamboni, consigliera regionale e Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, e Paolo Galletti, già deputato e fondatore dei Verdi, sono stati riconfermati portavoce. Sauro Turroni, già senatore e storico esponente dei Verdi, è stato riconfermato tesoriere.

Nominato anche il nuovo esecutivo, espressione dei vari territori, formato da Matteo Badiali, Gianluca Baldrati, Lorella Bonicelli, Maria Grazia Creta, Beatrice Grasselli, Ximena Malaga Palacio, Cesarino Romani, Alessandro Ronchi, Paolo Silingardi. L’allegata mozione unitaria registra con soddisfazione la crescita di Europa Verde nella nostra regione e la necessità di un soggetto autonomo Verde che, pur nelle alleanze, mantenga chiari i suoi obiettivi. Nel corso del dibattito, i delegati hanno stigmatizzato in particolare la ripresentazione, tal quale, da parte della Giunta regionale, del vecchio PRIT (Piano Regionale Integrato dei Trasporti) adottato nel 2019, giudicato totalmente inadeguato rispetto agli attuali obiettivi europei fissati dalla Legge sul Clima.

“La vera svolta verde della nostra regione – affermano Zamboni e Galletti – richiede il sostegno e la promozione di profondi cambiamenti nell’economia e nella società in grado di dare risposte efficaci alle odierne emergenze ambientali, a partire dalla crisi climatica che ha già impattato anche sull’Emilia-Romagna con fenomeni meteo estremi sempre più frequenti e devastanti. Solo un’autentica economia verde creerà occupazione di qualità e duratura, garantendo stabilità al sistema economico. Servono alleanze sociali per poter abbandonare le energie fossili a favore delle rinnovabili, per avviare un modello davvero sostenibile nella mobilità, nell’agricoltura, nell’industria, nell’abitare. È questa la conversione ecologica della società per la quale Europa Verde si sente impegnata ad agire sulla base di un percorso di transizione anche socialmente equa. Come portavoce regionali continueremo a lavorare a questo obiettivo insieme ai nuovi organismi dirigenti regionali, provinciali e comunali che vedono l’accresciuta presenza di energie giovani provenienti anche da movimenti come i Fridays for Future”, concludono Zamboni e Galletti.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.