Petizione contro l’apertura anticipata del centro storico di Bologna e avvio di una istruttoria pubblica sulla qualità dell’aria nel capoluogo felsineo

Pubblicato da segreteria il

In questi giorni la Commissaria prefettizia di Bologna Anna Maria Cancellieri ha deciso di restringere i tempi di tutela della zona a traffico limitato (ZTL) del capoluogo emiliano romagnolo, decidendo unilateralmente lo spegnimento di SIRIO (il sistema di telecontrollo) alle 18 anzichè alle 20.

Come Verdi di Bologna abbiamo deciso di iniziare una raccolta firme contro questo provvedimento e abbiamo deciso di appoggiarci al sito regionale perchè pensiamo che sia importante raccogliere adesioni da Bologna, ma anche da altre città per evitare che questa malsana idea possa superare i confini della nostra sempre più irrespirabile città.

Il testo della petizione è molto semplice:

‘No all’apertura anticipata della zona a traffico limitato (ZTL) nel centro di Bologna, chiediamo invece una istruttoria pubblica sul problema dell’inquinamento dell’aria visti i continui e numerosi sforamenti relativi ai livelli di polveri sottili ed ozono’.

Federazione dei Verdi di Bologna

Per aderire basta lasciare il proprio nome, cognome e città nei commenti – il link dei commenti lo trovate sotto al titolo di questo post.

Aggiorneremo noi la lista man mano che arriveranno le adesioni!

Hanno aderito sino ad ora:

1) Filippo Bortolini – Presidente Verdi Bologna

2) Pietro Tagliati- Bologna

3) Paola Bianco – Bologna

4) Barbara Rinaldi – Bologna

5) Matteo Bortolini – Bologna

6) Alessandra Meldosi

7) Claudio Flamini

8 ) Rossana Presti

9) Antonio Tallone

10) Roberta Galli

11) Chiara Fornasari

12) Claudia T. – Bologna

13) Stefano Meneghini

14) Antonella Selva

15) Andrea Cavalletti

16) Barbara Chitussi

17) Marcello Rossi

18) Daniele Dalmonte

19) Antoni Faggioli

20) Silvia Vecchi

21) Paola Zaniboni

22) Fulvio – Bologna

23) Paolo Fontana – Formiggine (Mo)

24) Massimo De Gennaro

25) Massimo Giordano – Bologna

26) Giulio Manenti

27) Annibale D’Ercole

28) Elena Medda

29) Dario Catanese

30) Francesco Cavallieri – Bologna

31) Eliana Sabbioni

32) Alessandro Muzzati

33) Irene Capelli – Bologna

34) Miriam Tagliati – Bologna

35) Mattia Bambi

36) Vincenzo Corvaglia

37) Alessandra Longhi

38) Simona – Bologna

39) Maddalena Pelà

40) Paola Pedrazzi – Bologna

41) Elio Antonucci

42) Alessandro – Bologna

43) Maria Teresita Rosati

44) Gabriella Cappelletti

45) Federica Prandini

46) Catia Fabbri

47) Gabriele Cova

48) Gabriele – Bologna

49) Luisa Leoni

50) Monica Idà

51) Giorgio Pirazzoli

52) Paola Monti

53) Paolo Cagnoli

54) Alessandro Conte

55) Simona Bruni – Esecutivo Verdi Bologna

56) Matteo Badiali – Presidente Verdi Provincia di Bologna

57) Vittorio Marletto

58) Stefania Piccinelli

59) Ludovica Marsciani – Bologna

60) Gian Guido Naldi – Consigliere Reg.Emilia-Romagna – Sinistra Ecologia e Libertà

61) Gabriella Meo – Consigliera Reg.Emilia-Romagna – Verdi

62) Serena Esposito

63) Giulietta Luul Balestra – Bologna

64) Massimo Montanari – Bologna

65) Ajana Galicic

66) Arianna Bianchi – Bologna

67) Alessandro Masi – Esecutivo Verdi Bologna

68) Arrigo Bortolini – Bologna

69) Anna Merighi – Bologna

70) Luigi Russi

71) Carlo Bottos – Esecutivo Verdi Bologna

72) Massimo Zucchini

73) Ignazio Leandro Melodia

74) Benedetta Bergamaschi – Bologna

75) Mattia Ribani

76) Fabiana Ferioli – Assessore Lavori Pubblici-Ambiente Sant’Agata Bolognese

77) Rosaria Olivieri

78) Maria Renzi

79) Francesco Marsciani

80) Leonardo Fiorentini – Consigliere Verdi Circoscrizione 1 – Ferrara

81) Marina Barbato

82) Ilaria Bellelli

83) Cesare Sgarzi

84) Claudio Dellucca – per Legambiente – Bologna

85) Sabrina Migani

86) Filippo Piredda – Bologna

87) Vittorio Marletto – Esecutivo Verdi Bologna

88) Stefano Serse

89) Riccardo Orsi

90) Anna BF

91) Mauro Chiodarelli

92) Claudia Zacchi

93) Lorenzo Terzoli Bergamaschi

94) Laura Gramuglia -Bologna

95) Stefania Pollastri

96) Stefano Senin

97) Lorenzo Vianelli

98) Simona Di Giacomo

99) Claudia Marzocchi

100) Michele Masa

101) Arianna Anselmi – Bologna

102) Massimo Calzati

103) Bianca Maria Nidi

104) Mauro Tagliani

105) Cristian Volpi – Bologna

106) Grazia Degli Esposti

107) Maddalena Roversi – Bologna

108) Roberta Rendina

109) Kurt Vonmetz

110) Stella Lipparini

111) Alessandro Fabianelli – Bologna

112) Lisa Randazzo – Bologna

113) Eleonora Apponi – Bologna

114) Laura Ronzani

115) Rossella Giordano  – Segretaria Provinciale PRC a nome della  federazione provinciale

116) Domemico Papaleo – Segreteria Provinciale ‘Sinista Ecologia Libertà’ – Bologna

117) Guido Marsciani

118) Andrea Cocchi

119) Arrigo Cuttin

120) Francesca Bacchetta

121) Federazione Comunale di Bologna di ‘Sinistra Ecologia Libertà’

122) Tullio Maccarrone

123) Juri Guidi – Tesoriere Prc Bologna

124) Alessandro Maci

125) Elisabetta Castagnoli

126) Pier Paolo Lanzarini

127) Alessia Coraddu – Bologna

128) Fernando Blasioli

129 Elisabetta D.E.

130) Francesca Cigardi

131) Francesca Ventura

132) Gabriele Tosi

133) Claudio Buttazzo

134) Fabrizio Guerra

135) Silvana Vialli

136) Cristiana Costantini

137) Francesca Longo

138) Mirko Marzaduri

139) Akmè Aps  (da FaceBook)

140) Bertholus Tsague (da FaceBook)

141) Mattia Gagliano (da FaceBook)

142) Marina Baraldi (da FaceBook)

143) Carlo Branzaglia (da FaceBook)

144) Lorella Malpassi (da FaceBook)

145) Mary Jane Santoianni (da FaceBook)

146) Fiorenza Malizia (da FaceBook)

147) Francesco Fini (da FaceBook)

148) Angelo Candini (da FaceBook)

149) Antonio Cicchella (da FaceBook)

150) Mirella Giordani (da FaceBook)

151) Riccardo Galvani (da FaceBook)

152) Claudio Claroni (da FaceBook)

153) Alessia Coraddu (da FaceBook)

154) Simona Pasini (da FaceBook)

155) Stefano Carati (da FaceBook)

156) Leonina Grossi (da FaceBook)

157) Andrea Guermandi (da FaceBook)

158) Otello Ciavatti (da FaceBook)

159) Giovanni Salis (da FaceBook)

160) Nicola Barilli (da FaceBook)

161) Luciano Gervasio (da FaceBook)

162) Arianna Fabbri (da FaceBook)

163) Tersilla Rani Cacchi (da FaceBook)

164) Cristina Schiavone (da FaceBook)

165) Emilio Pisano  (da FaceBook)

166) Irene Carletti (da FaceBook)

167) Nicola Bertani (da FaceBook)

168) Dario Catanese (da FaceBook)

169) Serena Sensi (da FaceBook)

170) Eva Lorenzoni (da FaceBook)

171) Daniele Salerno (da FaceBook)

172) AJ Marchi (da FaceBook)

173) Anita Fucili (da FaceBook)

174) Enrico Beghelli (da FaceBook)

175) Talco Marco (da FaceBook)

176) Andrea Moretti (da FaceBook)

177) Elio Tedeschi (da FaceBook)

178) Maria grazia Galli (da FaceBook)

179) Anna Miserocchi (da FaceBook)

180) Sabina Urbinati (da FaceBook)

181) Paolo Perini (da FaceBook)

182) Andrea Roversi (da FaceBook)

183) Giuseppe M.Costantini (da FaceBook)

184) Francesca Raviola (da FaceBook)

185) Paolina Pi (da FaceBook)

186) Annalisa Gabriele (da FaceBook)

187) Antonella Mazzola (da FaceBook)

188) Anna Draghetti (da FaceBook)

189) Gioacchino Pedrazzoli (da FaceBook)

190) Gianna Bigliardi (da FaceBook)

191) Antonella Gianfelice (da FaceBook)

192) Ermanno Tarozzi (da FaceBook)

193) Giulia Ferrari (da FaceBook)

194) Giada Copertini (da FaceBook)

195) Simona Larghetti (da FaceBook)

196) Alessandro Gabriele (da FaceBook)

197) martina Di Patrizi (da FaceBook)

198) Veronica Lolli (da FaceBook)

199) Faustino Pierantoni (da FaceBook)

200) Noemi Bermani (da FaceBook)

201) Nick Abruzzese (da FaceBook)

202) Luciano Bagni (da FaceBook)

203) Lucia Gualducci (da FaceBook)

204) Mirco Marzaduri (da FaceBook)

205) Caterina Guerra (da FaceBook)

206) L’altra Babele Studenti  (da FaceBook)

207) Mara Tagliavini (da FaceBook)

208) Fabio Bonifacci (da FaceBook)

209) Enrico Troiano (da FaceBook)

210) Roberta Fantazzi (da FaceBook)

211) Alberto Scarinci (da FaceBook)

212) Donatella Sposito (da FaceBook)

213) Alberto Cacciari (da FaceBook)

214) Tiziana Magli (da FaceBook)

215) Imma Castello (da FaceBook)

216) Marina Arias (da FaceBook)

217) Gian Giacomo Predieri (da FaceBook)

218) Mariolina Zangari (da FaceBook)

219) Lucia Gasperoni (da FaceBook)

220) Gabriella Orlando (da FaceBook)

221) Stefano Catelani (da FaceBook)

222) Lucio Tamburini (da FaceBook)

223) Antonio Scirocco (da FaceBook)

224) Francesca Gamberini (da FaceBook)

225) Anna Frascari – Università di Bologna (da FaceBook)

226) Mario Rossi (da FaceBook)

227) Mariarosa Pancaldi (da FaceBook)

228) Alessandro Caiulo (da FaceBook)

229) Graziella Boschi (da FaceBook)

230) Giuly Giuliana  (da FaceBook)

231) Sara Marziliani (da FaceBook)

232) Fabio Alvisi (da FaceBook)

233) Gabriele P.

234)  Flavio Giorgis – biblioteca universitaria di bologna

235) Rita Tagliati

236) Giulia Pederzini

237) Silvia Cavazzoli


144 commenti

Simona Bruni · 28 Giugno 2010 alle 8:50 am

Simona Bruni – Eaecutivo Verdi Bologna

matteo badiali · 28 Giugno 2010 alle 10:00 am

aderisco alla petizione – Presidente Verdi Provincia di Bologna

Vittorio Marletto · 28 Giugno 2010 alle 10:22 am

Aderisco senz’altro. Ci sono mille motivi per i quali sirio deve restare acceso fino a sera, ci sono mille modi alternativi all’auto per venire in centro. Vittorio

Stefania Piccinelli · 28 Giugno 2010 alle 11:54 am

Sottoscrivo pienamente la petizione – Stefania Piccinelli

Ludovica Marsciani · 28 Giugno 2010 alle 12:26 pm

Ludovica Marsciani – Bologna

Gian Guido Naldi (Sinistra Ecologia e Libertà) · 28 Giugno 2010 alle 12:31 pm

Poichè siamo totalmente d’accordo, come da dichiarazioni che abbiamo fatto negli scorsi giorni, perchè non promuoverla insieme?

Serena Esposito · 28 Giugno 2010 alle 12:51 pm

Serena Esposito – Bologna

Giulietta Luul Balestra · 28 Giugno 2010 alle 12:59 pm

Giulietta Luul Balestra- Bologna

Massimo Montanari · 28 Giugno 2010 alle 1:15 pm

Sottoscrivo la petizione

Ajna Galicic · 28 Giugno 2010 alle 1:34 pm

firmo la petizione

Arianna Bianchi · 28 Giugno 2010 alle 1:44 pm

aderisco

Alessandro Masi · 28 Giugno 2010 alle 2:11 pm

aderisco

Arrigo Bortolini · 28 Giugno 2010 alle 2:23 pm

Aderisco alla petizione

Anna Merighi · 28 Giugno 2010 alle 2:25 pm

Aderisco alla petizione

Luigi Russi · 28 Giugno 2010 alle 3:43 pm

Aderisco alla petizione

Carlo Bottos · 28 Giugno 2010 alle 4:14 pm

sostengo e sottoscrivo

Massimo Zucchini · 28 Giugno 2010 alle 6:34 pm

Occorre estendere gli orari, non ridurli! Troppo rumore, troppe auto in doppia fila, troppe polveri! Vivere il centro storico con questi eccessi è davvero sgradevole.

ignazio leandro melodia · 28 Giugno 2010 alle 7:09 pm

aderisco

benedetta bergamaschi Bologna · 28 Giugno 2010 alle 7:29 pm

invece di ridurre gli orari di Sirio, aumentate le piste ciclabili!A bologna sono intermittenti e inadeguate!

Mattia Ribani · 28 Giugno 2010 alle 8:51 pm

Concordo!

Fabiana Ferioli Ass.Lavori Pubblici Ambiente S.Agata Bo · 28 Giugno 2010 alle 9:41 pm

sostengo e sottoscrivo

Rosaria Olivieri · 29 Giugno 2010 alle 8:54 am

Non è sano girare in centro a piedi ed in bici con tutte queste auto e motorini. Meglio stringere che allentare le restrizioni, con Sirio e con RITA.

maria renzi · 29 Giugno 2010 alle 10:31 am

Concordo pienamente e sottoscrivo

Francesco Marsciani - Bologna · 29 Giugno 2010 alle 1:00 pm

Aderisco all’appello e sottoscrivo … e ogni volta che si parla di Sirio ricordo quando votammo, nella seconda metà degli anni ’70, per la “chiusura del centro storico” … ne è passata di brutta aria sotto i portici!

leonardo fiorentini · 29 Giugno 2010 alle 4:01 pm

http://fiore.iworks.it/blog/2010/06/29/lassismo-commissariale/
Aderisco. Leonardo Fiorentini, consigliere Verdi Circoscrizione 1 di Ferrara

marina barbato · 29 Giugno 2010 alle 4:16 pm

aderisco

ilaria bellelli · 29 Giugno 2010 alle 5:40 pm

aderisco

cesare sgarzi · 29 Giugno 2010 alle 6:07 pm

Campagna di sensibilizzazione

A qualcuno piace giocare d’azzardo sulla pelle e sulla qualità di vita dei cittadini bolognesi.
Parte dei commercianti ha scommesso che rimuovendo le protezioni elettroniche, SIRIO e RITA, al traffico voluttuario in centro città, sarebbero aumentati gli incassi. Scommessa che perderanno, perché i cittadini hanno pochi soldi in tasca e i prezzi che applicano i negozi del centro sono spesso molto alti.
Se non si riuscirà a bloccare il provvedimento, ci saranno tre mesi di Sirio accecato alle 18. In questi 3 mesi gli incassi dei commercianti NON aumenteranno, e la loro successiva mossa sarà probabilmente di chiedere l’accesso selvaggio in centro per 3 mesi ulteriori, e così di seguito. Questa possibilità va scongiurata con una azione che parta da subito.
Quello che propongo è una campagna per astenersi dal fare acquisti nei negozi del centro che pubblicizzano e promuovono la possibilità di entrare in macchina nella zona a traffico limitato.
Già da alcuni anni, a partire dal primo passo indietro che riguardava il sabato, ci sono negozi che orgogliosamente espongono un cartello che invita ad usare la macchina il sabato perché “Sirio è spento”. Tra questi anche panetterie, fruttivendoli, bar tabacchi: categorie commerciali che non ricavano nessun vantaggio da un maggior numero di macchine in circolazione, ma che per inerzia seguono direttive che invece avvantaggiano altri. E che danneggiano loro e tutti i residenti. Anche alcuni commercianti della mia via, da cui mi servivo e volevo continuare a servirmi mostravano tali cartelli. Con cortese fermezza gli ho fatto presente che a malincuore non potevo più essere loro cliente se continuavano a fare pubblicità a comportamenti/provvedimenti che mi danneggiavano: nel commercio si persegue il vantaggio reciproco: se una parte invece promuove, anche inconsapevolmente, il danno dell’altra, allora il commercio non si può più fare. I cartelli pro mobilità selvaggia sono scomparsi da diversi negozi.

Si può estendere questo comportamento? Altri lo fanno e non lo dicono? C’è qualche strumento per dare voce a questi gesti di difesa civile?

Sono consapevole che con una campagna di sensibilizzazione di questo tipo si aggredisce solo uno dei tentacoli della piovra che vuole asfissiare Bologna, un tentacolo sensibile però.
Un altro è il tema dei parcheggi: per anni il motivo principe degli oppositori a un centro civilmente vivibile è stato “fino a che non ci sono i parcheggi non si possono porre limitazioni all’accesso”. Adesso i parcheggi ci sono: quello della ex manifattura tabacchi mostra, anche il sabato sera, un display per 300 e passa posti disponibili. Nelle strade intorno è la giungla delle macchine accatastate, e il parcheggio è semivuoto. Se fossi io il gestore del parcheggio non sarei contento.
E poi i 400 posti già pronti nel camerone sotto la stazione centrale: pronti e non ancora accessibili. Chi deve si dia una mossa. Perché intanto è il caos in Via Augusto Righi, o in Riva Reno o Piazza Roosvelt e in tanti altri punti. Ma questa è in parte un’altra storia, riguarda il governo della nostra sfortunata città.

Cesare Sgarzi, Bologna
29 Giugno 2010

Claudio Dellucca · 29 Giugno 2010 alle 6:07 pm

Aderisco a nome di Legambiente Bologna: un altro passo di una “sperimentazione” (che tale non è) al ribasso; un atto contro la tutela della salute dei cittadini e la vivibilità degli spazi urbani.
C’era una volta un 70% di cittadini che volevano la chiusura del centro storico…..

Claudio Dellucca · 29 Giugno 2010 alle 6:25 pm

Aderisco a nome di Legambiente Bologna: un altro passo di una “sperimentazione” (che tale non è) al ribasso e a danno della salute dei cittadini e della vivibilità degli spazi urbani.

Sabrina Migani · 29 Giugno 2010 alle 10:08 pm

Firmo la petizione

filippo · 30 Giugno 2010 alle 10:01 am

filippo piredda, bologna

Vittorio Marletto · 30 Giugno 2010 alle 10:16 am

ho creato un gruppo facebook per dare più visibilità alla petizione,
si accede da qui

http://tinyurl.com/sirioacceso

vittorio

Stefano Serse · 30 Giugno 2010 alle 10:23 am

Fra l’altro è il classico “vantaggio Panatta” ( come si diceva una volta ) : dove sono tutte quelle orde di “consumatori” che devono correre in centro a fare acquisti dalle 18 alle 20 ????
Sono le solite fregnacce per non parlare di cose più importanti : mancano i posti negli asili, mancano le “vettovaglie” nelle scuole… e la Cancellieri cosa fa ? Manda a pulire i muri (?) e spegne Sirio !

Riccardo Orsi · 30 Giugno 2010 alle 10:59 am

Firmo la petizione

Anna BF · 30 Giugno 2010 alle 11:10 am

Aderisco alla petizione.
L’ INQUINAMENTO ACUSTICO dei mezzi e dei motori è INSOPPORTABILE, non ci sono solo le polveri sottili, la città è in mano alle auto e ai motorini: pedoni, passeggini e ciclisti sono oppressi, perseguitati, angariati

Mauro Chiodarelli · 30 Giugno 2010 alle 11:22 am

aderisco

claudia zacchi · 30 Giugno 2010 alle 11:55 am

concordo con la petizione e la sottoscrivo

Lorenzo Terzoli Bergamaschi · 30 Giugno 2010 alle 12:12 pm

sottoscrivo

Laura Gramuglia - Bologna · 30 Giugno 2010 alle 12:38 pm

Aderisco, certo. E’ una vergogna, le politiche ambientali Bologna non ricorda nemmeno cosa siano. Piste ciclabili? Neanche a parlarne. Il centro dovrebbe essere sempre vietato a mezzi inquinanti, autobus compresi.

Stefania Pollastri · 30 Giugno 2010 alle 12:47 pm

Aderisco contro la lobby dei commercianti!
Che abbassassero i prezzi.
Nell’84 bologna votò per un centro storico chiuso alle auto…
http://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1984/645
Andiamo avanti invece di tornare indietro.

Stefano Senin · 30 Giugno 2010 alle 1:10 pm

Firmo la petizione, fortissimamente

Lorenzo Vianelli (Casalecchio di Reno) · 30 Giugno 2010 alle 1:13 pm

Aderisco

Simona Di Giacomo - Bologna · 30 Giugno 2010 alle 1:23 pm

Invece che ridurlo l’orario di accensione di Sirio andrebbe esteso, per salvaguardare il centro storico.

claudia marzocchi · 30 Giugno 2010 alle 1:29 pm

aderisco

Michele Masa · 30 Giugno 2010 alle 1:46 pm

Michele Massa (Bologna)

Aderisco!!!

arianna anselmi-Bologna · 30 Giugno 2010 alle 1:49 pm

contro anche a questo ennesimo “taglio”

Massimo Calzati · 30 Giugno 2010 alle 2:04 pm

Sottoscrivo la petizione contro lo spegnimento anticipato di Sirio nel centro storico di Bologna e sostengo l’opportunità di un’instruttoria pubblica sui livelli d’inquinamento atmosferico nella stessa area.

Bianca Maria Nidi - Bologna · 30 Giugno 2010 alle 5:26 pm

Senza ulteriori commenti , il testo dell’appello conciso ed esplicito ha solo bisogno
dell’adesione dei cittadini.

Mauro Tagliani - Bologna · 30 Giugno 2010 alle 5:28 pm

Sottoscrivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.