Sulla nuova giunta regionale

Pubblicato da Alessandro Ronchi il

Dal campo largo per vincere le elezioni alla giunta monocolore, per problemi interni al PD, che rende problematica la svolta verde prevista dal programma.

I Verdi-Europa Verde dell’Emilia-Romagna ritengono un grave errore politico del Presidente Bonaccini aver ristretto il campo largo che ha permesso di vincere le elezioni ad una Giunta, di fatto, monocolore che risponde a logiche interne al Partito Democratico.

Questa scelta politica sbagliata archivia una coalizione vincente e rende problematica la svolta verde prevista dal programma che i Verdi hanno contribuito a scrivere e che con le loro competenze possono contribuire a realizzare.

I Verdi fanno gli auguri di buon lavoro alla loro consigliera regionale Silvia Zamboni che con la sua esperienza e la sua attività, in collegamento con gli attivisti presenti sui territori, opererà perchè la svolta verde in Emilia-Romagna diventi davvero la priorità dei prossimi anni di governo della Regione.

Esecutivo dei Verdi – Europa Verde Emilia-Romagna


3 commenti

stefano merzi · 14 Febbraio 2020 alle 5:00 pm

Spero tanto che questa svolta ci sarà, non ci saranno altre occasioni se per caso questa giunta non dovesse realizzare il programma che ha promesso, molti come me gli hanno dato fiducia proprio per questo, perché per loro è l’ultima occasione di dimostrare che quello che promettono lo realizzano. Il voto ai Verdi doveva servire a questo, spero anche che nel caso dovessero mettere troppi bastino fra le ruote, togliate la fiducia all’esecutivo. Per salvare almeno la faccia… Incrociamo le dita…

Enrico Monaco · 14 Febbraio 2020 alle 8:36 pm

Bonaccini ha esordito il giorno dopo la vittoria con una gogna pubblica ai danni di un privato cittadino. Reo di averlo criticato dall’interno. Il post è poi stato rimosso. Ha usato un metodo in questo caso che purtroppo abbiamo visto adottare tante volte da Matteo Salvini. Ha poi affermato, rivolgendosi a Elly Schlein, che la Giunta dovrà avere una voce sola. Peccato che i voti siano arrivati, questa volta come non mai, da più parti e in modi diversi. Io non sono un vostro elettore, ma ho rispetto per chi ha votato i Verdi. Mi auguro data la situazione che facciate sentire la vostra voce e facciate contare davvero il voto dei vostri elettori. Diversamente questa vostra presa di posizione rischia di essere letta dall’esterno soltanto come una rimostranza per non aver ottenuto un assessorato. Come ha ricordato l’intervento prima del mio non c’è più molto tempo per invertire la tendenza in atto sul clima. È il momento di scelte nette. Le parole non possono essere più proclami o buone intenzioni. Se fossi un Verde da stasera affilerei le mie armi e mi preparerei ad una battaglia durissima per far valere le mie idee. Vi faccio i miei auguri!

Pietro bertolasi · 15 Febbraio 2020 alle 6:52 pm

I VERDI LASCIATI AL VERDE DA CHI DECIDE.
REAGIRE O SUBIRE?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.