CENA POSTCOVID IN PIAZZA MAGGIORE A BOLOGNA: AGGIUNGIAMO UN “TOCCO” GREEN DI SOSTENIBILITÀ!

Pubblicato da Stefania Minghini il

(news dalla Regione ER – Silvia Zamboni)

💚 L’idea lanciata da Romano Prodi di trasformare Piazza Maggiore in una grande sala da pranzo collettiva scalda i cuori dei Verdi – Europa Verde Emilia-Romagna.

🍴 Piazza Maggiore allestita come un’enorme sala da pranzo a cielo aperto, nella straordinaria cornice degli edifici che circondano il ‘crescentone’, può diventare una formidabile cartolina da inviare al mondo per presentare una Bologna accogliente, pronta alla ripartenza post-covid.

🤝È un messaggio suggestivo legato all’idea di Bologna come città ospitale e alla sua fama di capitale della buona cucina. Bologna, però, a partire dalla sua Università, nel mondo è conosciuta anche come una capitale della conoscenza, e presto si arricchirà del Data Center del Centro Meteo Europeo.

🌿 Per questo motivo ritengo che aggiungere “un tocco green” all’iniziativa, coerente con le indifferibili misure di contrasto all’emergenza climatica e all’emergenza ambientale, aumenterebbe l’eco mondiale dell’evento.

🌞 Penso a una cena a impatto zero da realizzare con l’impiego di stoviglie riutilizzabili o, se monouso, rigorosamente in materiale biologico e compostabile, con tovaglie di stoffa riutilizzabili o di carta riciclata; cucinando alimenti biologici e/o a km. zero; da raggiungere con modalità di mobilità sostenibile, disponendo rastrelliere supplementari in zona per parcheggiare le biciclette in sicurezza; illuminata da non meno suggestive candele, con azzeramento delle emissioni di gas serra grazie all’acquisto di crediti di carbonio.

🌍 Un allestimento simile potrebbe conferire alla cena in Piazza Maggiore quella proiezione verso un futuro ambientalmente sostenibile in grado di attirare su Bologna ancora più attenzione e simpatia da tutto il mondo.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.