Meo: Giusto il no alla centrale di Trecasali (PR)

Pubblicato da segreteria il

In seguito alla decisione della Giunta comunale di Trecasali di dire no alla centrale a biomasse progettata dal gruppo Eridania Sadam nell’area industriale di San Quirico, la consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo interviene per sostenere l’iniziativa del Comune della bassa parmense.

“Le preoccupazioni degli amministratori di Trecasali – sostiene la consigliera Meo – sono fondate e pienamente condivisibili, soprattutto quella sul prevedibile aumento dell’inquinamento atmosferico in tutto il territorio della bassa parmense che la centrale causerà, se verrà realizzata. Sono talmente convinta della giustezza di queste preoccupazioni che nei giorni scorsi ho presentato un’interrogazione alla Giunta regionale in vista della valutazione di impatto ambientale del progetto da parte degli uffici regionali.”

“Sul territorio – continua Meo – insistono già diversi impianti di produzione di energia che contribuiscono al peggioramento della qualità dell’aria, come la centrale Edison da 135 Mw, di cui recentemente la Regione ha autorizzato la ristrutturazione a parità di potenza (revamping), e l’impianto a biogas della stessa Erdiania e in un prossimo futuro la bassa parmense sarà attraversata dall’autostrada Tirreno-Brennero. In questo modo i principali inquinanti (polveri sottili e ossidi di azoto) aumenteranno sicuramente, mentre la cartografia regionale di zonizzazione di PM10/NO2 individua già il Comune di Trecasali, così come anche i Comuni limitrofi di Sissa, Colorno e Torrile, fra le aree di superamento del PM10 e il Comune di Parma fra quelle di superamento del PM10 e del NO2.”

“Oltre a ciò, la nuova centrale – prosegue l’esponente dei Verdi – non sarà a servizio dello zuccherificio di San Quirico, visto che la Provincia di Parma ha appena autorizzato Eridania ad installare 3 nuove caldaie per la produzione di vapore per un totale di 27 Mw termici.”

“Per questi motivi – conclude Meo – ho chiesto alla Regione di negare l’autorizzazione a nuovi impianti che aumenterebbero i superamenti degli inquinanti senza che contestualmente si attuino misure che determinino un significativo miglioramento della qualità dell’aria.”

LEGGI INTERROGAZIONE SULLA CENTRALE A BIOMASSE DI TRECASALI (PR)


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.