Barriere architettoniche ospedale di Cona (FE)

Pubblicato da segreteria il

Nella giornata di oggi la Consigliera dei Verdi Gabriella Meo ha presentato un’interrogazione a risposta immediata in merito all’Ospedale di Cona (Fe), alla quale ha risposto il Sottosegretario Bertelli.

La Consigliera Gabriella Meo ha interrogato la Giunta in merito ai grossi disservizi segnalati dalla stampa locale di Ferrara a seguito delle denunce delle Associazioni dei disabili e delle competenti Commissioni; chiedendo “se la struttura dell’Ospedale di Cona sia stata realizzata a norma delle vigenti leggi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche e come spieghi la Regione le segnalazione in senso contrario” e “se la struttura sanitaria risulti già completamente arredata ed attrezzata e come spieghi la Regione le segnalazioni emerse”.

Il Sottosegretario Alfredo Bertelli ha risposto, sulla base alle informazioni acquisite dall’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Ferrara, che la struttura Ospedaliera è conforme alle normative vigenti in materia di barriere architettoniche. Inoltre, è ancora in corso il completamento degli allestimenti e delle attrezzature sia per le nuove che per quelle trasferite dalla vecchia sede.

“Posso capire che l’abbattimento delle barriere architettoniche – dichiara la Consigliera Meo –  risulti molto difficoltoso negli edifici storici, ma in questo caso stiamo parlando di un Ospedale appena costruito e che quindi deve rappresentare un’eccellenza dal punto di vista dell’accessibilità per tutti i cittadini. Non possiamo pensare che esistano situazioni di basso standard in una regione come la nostra che investe oltre il 70% del proprio bilancio annuale nel settore sanitario”.

“Bertelli ha assicurato – continua Meo – che la Direzione Generale dell’Azienda Sanitaria si è impegnata a garantire una maggiore fruibilità e accessibilità alla struttura sulla base delle richieste pervenute dalle Associazioni e dagli organismi Consultivi”.

“Verificheremo che gli impegni presi dall’Azienda Sanitaria vengano rispettati sia a Cona che nelle altre strutture sanitarie del territorio regionale” – conclude Meo.


1 commento

Maurizio Camattari · 6 Settembre 2012 alle 10:24 am

Le segnalazioni, molto circostanziate, riguardanti l’accessibilità dei disabili a Cona, segnalate dagli organismi consultivi (CCM) risalgono ad un anno e mezzo fa.
Se per completare l’ospedale ci sono voluti 20 anni, speriamo che non ne occorrano altrettanti per adeguarlo alle necessità dei disabili.
Le strutture pubbliche devono essere a norma ma anche accessibili.
E nel resto della regione qual’è la situazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.