Conosciamo i candidati: Vittorio Marletto e Manuela Ruggieri

Pubblicato da segreteria il

VittorioMarletto
Vittorio Marletto
Romano di nascita, bolognese di adozione, sposato, con due figli. Laureato in
fisica e scienze politiche, ecologista da sempre, lavora al servizio
meteorologico di Arpa Emilia-Romagna in qualità  di agrometeorologo, seguendo
numerosi progetti tecnici.
Svolge costante azione di divulgazione sul tema dei
cambiamenti climatici (ha tra l’altro attivamente promosso la specifica
risoluzione approvata dall’assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna nel marzo
2013). Partecipa alla Consulta comunale per la bicicletta di Bologna. Suoi i
blog “il Climologo” sul sito rinnovabili.it e pianetaserra.wordpress.com

manuela ruggieriMi chiamo Manuela Ruggeri,

l’ambito sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le aree nelle quali esprimo maggior competenza ed interesse.

Infatti sono per formazione una educatrice professionale e ho lavorato moltissimi anni sia con persone con handicap psichico sia con problemi psichiatrici, un lavoro bellissimo, anche se spesso un po’ precario e non troppo riconosciuto dal punto di vista economico. Dopo anni di impegno nel volontariato per la salvaguardia dell’ambiente ho avuto l’onore di condurre per diversi anni, tra le altre, la delega all’ambiente e allo sviluppo sostenibile per il comune di Monte San Pietro.

Ho gestito nel tempo una molteplicità  di temi, tra i quali la complessa bonifica di un sito inquinato da cromo esavalente e tematiche inerenti le attività  estrattive che segnavano in modo evidente il territorio comunale e ho dedicato particolare attenzione al tema della biodiversità , dell’agricoltura biologica, del consumo di suolo, della tutela delle acque e della gestione dei rifiuti.

Per quanto riguarda i rifiuti, dopo un periodo di intense trattative con il gestore, siamo partiti con quella che sarebbe diventata una delle prime esperienze virtuose di gestione dei rifiuti con modalità  di raccolta porta a porta. Un’esperienza di successo che ha visto la raccolta differenziata, nel nostro comune, aumentare dal 26% all’80%, mentre il rifiuto secco a smaltimento é sceso dai circa kg. 400 pro-capite ai 94 kg. pro-capite.

Un buon sistema di raccolta differenziata infatti produce sia aumento delle percentuali di raccolta differenziata sia notevole diminuzione di rifiuto a smaltimento, così da ridurre la necessità  degli impianti di smaltimento, e nel caso del pap, anche un aumento di posti lavoro!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.